Migliori scarpe Running Hoka



Hoka One One è un’azienda relativamente recente nel panorama podistico mondiale. Nata nelle montagne francesi a Annecy, nei primi 5 anni di vita la società Californiana ha visto il suo marchio incrementare esponenzialmente le preferenze all’interno di una schiera di aficionados. Ma grazie anche all’acquisizione del 2013 da parte di Deckers, multinazionale di calzature da 1.9 miliardi di $ di fatturato, Hoka One One è diventata main stream, arrivando al quinto posto nella preferenza dei podisti mondiali (Fonte: Statista 2017). Non abbiamo dati sull’Italia, ma sappiamo che le nostre recensioni Hoka sono le più lette del blog.

Dopo i manuali alle migliori scarpe MizunoNew Balance ed alla guida Adidas ecco quella per scegliere le migliori scarpe Hoka per categoria. Che cosa spinge un podista ad indossare le scarpe dell’azienda Californiana? quali comprare? ecco le nostre principali valutazioni.

Le migliori scarpe da running 2019 di Hoka

Hoka ha ridefinito il modo di classificare le sue scarpe nelle classiche categorie che tutti conosciamo. In questa guida ci siamo sforzati di seguire un approccio classico. Ci rendiamo conto che la scelta potrebbe non piacere a tutti gli appassionati di Hoka, ma per semplicità preferiamo utilizzare un metodo conosciuto a tutti.
Come scegliere le scarpe Hoka? nel seguito i nostri principali suggerimenti, per chi non avesse tempo basterà premere sul link collegato per andare direttamente alla parte che vi interessa analizzare.

Link alle migliori scarpe da running Hoka One One

Come al solito l’articolo è diviso in sezioni:

Profilo Aziendale e filosofia delle scarpe

Hoka One One è stata fondata nel 2009 da due ex dipendenti Salomon, Nicolas Mermoud e Jean-Luc Diard. Le scarpe prendono il nome dalla frase in lingua maori che significa «volare sulla terra». L’obiettivo iniziale era quello di progettare una calzatura che fosse molto efficace nelle discese. Ma per fortuna i due francesi sono riusciti a sviluppare molto di più. Dieci anni fa ha visto la luce una nuova categoria di scarpe, chiamate «massimaliste». Chi le ha utilizzate all’inizio ha creduto di correre su un cuscino. Anche se le aziende principali hanno cercato in qualche modo di copiare / adattare il loro stile classico, Hoka resta famosa e cercata per questa tipologia di scarpe, non le più veloci, non le più performanti, di sicuro le più comode.

Filosofia delle scarpe Hoka

La prima volta che Mermoud mostrò al giornalista Brian Metzler a Boulder in Colorado il primo modello di Mafate, il resoconto fu semplice ma efficace: più ammortizzazione, pianta ampia e stabile, materiali superleggeri e un profilo rocker contribuiscono a migliorare la biomeccanica di corsa, riducendo l’impatto al terreno e facilitando una corsa più morbida e piacevole. «È come volare», concluse Nicolas.

Nella scelta delle scarpe Hoka, sono proprio queste le caratteristiche da considerare:

  1. Intersuola ammortizzata. L’intersuola spessa, leggera e ampia offre massima ammortizzazione, comfort unico e stabilità ottimizzata. Grazie alla presenza di una generosa quantità di materiale ammortizzante, fornisce un eccellente assorbimento degli urti.
  2. Intersuola Meta-Rocker, con il suo differenziale basso sul tallone e la suola scolpita consente al podista di «correre in avanti», incoraggiando un’andatura naturale. La metafora, secondo noi azzeccata, è quella della sedia a dondolo. E’ difficile spingersi avanti in tal caso?
  3. Active Foot Frame. Con tutte le scarpe di Hoka One One, il piede non sprofonda nella scarpa. Ciò significa stabilità intrinseca per tutti i tipi di corridori, senza i vincoli o il peso del materiale di supporto extra. Come un sedile avvolgente che mantiene il piede in posizione.

Drop adotta un drop 4 o 5 a seconda dei modelli. Le Hoka, per le caratteristiche descritte qui sopra, non hanno bisogno biomeccanicamente di avere un drop alto.

Sintesi delle migliori scarpe Hoka per categoria

Per chi non avesse tempo di analizzare il dettaglio delle scarpe scelte, ecco una sintesi che semplifica e limita le scelte del catalogo Hoka, soltanto a 7 modelli fondamentali:

Modello Scarpa Categoria Link acquisto
Hoka One One Clifton 5 migliore scarpa in Assoluto prezzi su Amazon.it
Hoka One One Rehi migliore scarpa da gara prezzi su Amazon.it
Hoka One One Mach 2 migliore scarpa intermedia prezzi su Amazon.it
Hoka One One Bondi 6 migliore scarpa ammortizzata prezzi su Amazon.it
Hoka One One Gaviota 2 migliore scarpa stabile prezzi su Amazon.it
Hoka One One Mafate Speed 2 migliore scarpa da trail prezzi su Amazon.it
Hoka One One Cavu migliore scarpa economica prezzi su Amazon.it

Come già per la guida Mizuno, ecco una breve descrizione di ogni scarpa, le sue principali caratteristiche, il prezzo di listino e le principali ragioni per essere scelta come scarpa nella categoria. Abbiamo definito sei categorie, che comprendono la classificazione standard delle scarpe da corsa (A1, A2, A3, A4, A5, A6). Infine abbiamo indicato la scarpa che consiglieremo di comprare per chi intendesse utilizzare soltanto un modello di scarpa. Dopo queste premesse, ecco una breve scheda di ogni scarpa ed i link per l’acquisto.

Migliore scarpa in assoluto: Hoka One One Clifton 5

Link a Runningwarehouse

Giunte alla quinta edizione, le Hoka Clifton 5 (peso 269 gr, drop 5 mm, differenziale 30 / 25 mm) sono le migliori scarpe dell’azienda californiana. Offrono una corsa morbida ma fluida. Rispetto alla versione 4, la scarpa ha subito un piccolo redesign, che ha consentito di migliorare sia il comfort sia la durata. E non possiamo nasconderlo: complessivamente le Hoka One One Clifton 5 sono una grandissima opzione sia per l’allenamento quotidiano sia per le sedute intense, essendo scarpe polivalenti. Promossa a pieni voti, anche alla luce del prezzo “relativamente” basso. Il listino è di 130 euro, con sconto medio 20-30%.

Migliore scarpa da gara: Hoka One One Rehi

Link a Runningwarehouse

Le Hoka One Rehi (peso 176 gr, drop 4 mm, differenziale 24 / 20 mm) sono scarpe davvero leggere, confortevoli e dall’estetica gradevole. La foggia è molto più semplice rispetto allo stile Hoka, le Rehi sono scarpe dall’altezza «tradizionale», con i suoi 17 mm nel tallone. Chiaramente in questo caso bisogna dimenticarsi l’effetto cuscino e nemmeno l’atterraggio relativamente soffice delle Clifton. Perché utilizzare un paio di scarpe come le Rehi al posto di una A1 tradizionale? per le sue caratteristiche. Le Rehi hanno una tomaia è in mesh MAYTRX, mentre l’intersuola è la classica schiuma a due densità, più morbida nel tallone, più reattiva nell’avampiede. La sensazione è che le Rehi abbiano un grande feeling con il terreno, con un peso molto inferiore rispetto alle tradizionali scarpe Hoka. Saranno amate dai podisti Italiani? probabilmente si, anche se resta da vedere la durata, in particolare nella suola in Rubberized Foam. Le Rehi hanno un prezzo di listino di 140 euro e per ora si trovano con sconti abbastanza limitati.

Migliore scarpa intermedia: Hoka One One Mach 2

Link a Runningwarehouse

Le Hoka One One Mach 2 sono l’evoluzione del modello di scarpa intermedia uscito nel 2018. Rispetto al modello iniziale, sono state apportate tre modifiche significative. Da un lato è migliorata l’ammortizzazione, ma soprattutto è migliorata la reattività nella corsa. Se aggiungiamo un peso ulteriormente ridotto  (221 gr, drop 5 mm, differenziale 27 / 22 mm), troveremo un mix esplosivo per chi ama correre velocemente.

Migliore scarpa ammortizzata: Hoka One One Bondi 6

Link a Runningwarehouse

Le Hoka One One Bondi 6 (peso 306 gr, drop 4 mm, differenziale 37 / 33 mm) sono la quintessenza della filosofia Hoka. Nelle Bondi non manca nessuno degli ingredienti necessari per spiegare cos’ha reso famosa l’azienda californiana. A partire dall’intersuola massimale ed il basso drop, le Bondi hanno una foggia imponente e quasi 4 centimetri da terra. A guardarle lateralmente, si impongono per il famoso profilo Metarocker. Ad indossarle si nota subito la sensazione indimenticabile di corsa sul cuscino. L’unica nota dolente il fatto che siano relativamente strette di lato, caratteristica che rende la tomaia sostanzialmente fragile. Sui social si possono trovare parecchie foto di rotture nella parte laterale. Ma come non amare questa scarpa nonostante tutto? alla fine la fragilità delle Bondi diventa una caratteristica con cui si impara a convivere.

Tra le scarpe ammortizzate, esistono anche le Hoka Elevon, descritte nella nostra recensione dettagliata. Le Hoka One One Elevon non sono nuove ma un’evoluzione ben riuscita di un modello precedente, le Vanquish. Come le precedenti, Elevon è stata pensata per chi vuole correre tutti i giorni e sono definite come scarpe premium per ogni allenamento quotidiano“Tomaia traspirante e con linea di supporto al piede, senza cuciture per assicurare la massima comodità, il modello Elevon rappresenta l’ideale per una corsa morbida con alto livello di ammortizzazione”. Tra le due paia, abbiamo preferito le Bondi visto l’estremo comfort quasi a parità di peso e prezzo (le Elevon costano a listino 160 euro, con sconto medio del 20-25%).

Migliore scarpa stabile: Hoka One One Gaviota 2

Link a Runningwarehouse

Hoka non è molto conosciuta per scarpe stabili, ma le Gaviota 2 (309 gr, drop 5 mm, differenziale 32 / 27 mm) sono assolutamente all’altezza della concorrenza. Per gestire la correzione alla pronazione, l’azienda californiana utilizza la tecnologia proprietaria J-Frame, che è molto simile alla più famosa Guide Rails di Brooks. Il J-Frame offre stabilità al piede ed alla caviglia. La suola ha una forma a J, con una gomma più dura nella parte esterna. Contrariamente alla tradizioni, non ci sono inserti mediali, ma le due pareti esterne con l’obiettivo di evitare il disallineamento del calcagno.

Le Gaviota 2 hanno un prezzo di listino di 150 euro, con sconto medio su internet del 10%.

Migliore scarpa da trail: Hoka One One Mafate Speed 2

Link a RunningWarehouse

Ci dispiace molto per i seguaci delle Challenger ATR 5 (peso 266 gr, drop 4 mm, differenziale 33 / 29 mm), ma noi di TheRunningPitt siamo davvero sentimentali. Non possiamo non mettere le Mafate Speed 2 (peso 293 gr, drop 4 mm, differenziale 33 / 29 mm) nella lista delle migliori scarpe Trail. Si: è vero, le ATR sono le scarpe che hanno fatto vincere parecchie competizioni locali, nazionali ed internazionali a molti trailer. Ma volete mettere le Mafate? senza di loro Hoka non sarebbe esistita.

Scarpa economica: Hoka One One Cavu

Link a Runningwarehouse

Partiamo da una premessa. Hoka è un’azienda premium, i suoi prodotti sono eccellenti. Difficile trovare qualcosa di veramente economico. Le principali scarpe Hoka One One hanno un prezzo tra i 130 e i 160 euro. Finora! In effetti il primo modello delle Hoka Cavu (peso 227 gr, drop 4 mm, differenziale 27mm / 23 mm) sono davvero le scarpe dal miglior rapporto qualità / prezzo. Non sono davvero scarpe tipiche Hoka perché molto più secche e reattive, molto più leggere e senza la sensazione di corsa sul cuscino. Proprio per questa ragione, non sono considerate da molti e quindi i retailers online sono stati costretti a scontarle anche al 40%. La nostra recensione delle Cavu è al link allegato. Si noti che la seconda versione, le Cavu 2, è molto più morbida e più leggera. Ma hanno ancora un prezzo sopra i 100 euro.







Posted by