Migliori scarpe running Mizuno



Quali sono le migliori scarpe da running del 2019 per tipologia di corsa? Quando ci viene posta questa domanda sui social, rispondiamo sempre che «prima o poi scriveremo una guida». Ed ora è giunto il momento di rispettare le nostre promesse. In effetti abbiamo approntato una serie di vademecum a puntate in cui descriveremo le nostre considerazioni sui marchi più famosi della corsa mondiale. Partiremo da Mizuno e poi estenderemo agli altri più conosciuti.

La marca giapponese è considerata tra i brand più importanti del panorama podistico e non a caso è considerata l’ottavo marchio più importante come preferenza dei podisti mondiali (Fonte: Statista 2017). Nel seguito troverete le nostre considerazioni e le preferenze per tipologia di scarpa da corsa della casa giapponese.

Le migliori scarpe da running 2019 di Mizuno

Mizuno si è mostrata molto coerente nel design delle sue scarpe da corsa, utilizzando almeno negli ultimi 20 anni la piastra «wave» per la realizzazione dei suoi modelli più importanti. Come si può leggere sul sito aziendale, la scelta di aggiungere questo componente, lanciato nel 1997, è motivo d’orgoglio dell’azienda giapponese. Il Wave è semplicemente un termoplastico stampato in forma ondulata, che conferisce alle scarpe un comportamento particolare. Anche se rispetto ad ASICS la tradizione dello sviluppo di nuovi modelli è molto più conservativa, negli ultimi anni il catalogo è stato davvero rinnovato.

Link alle migliori scarpe da running Mizuno

Come al solito l’articolo è diviso in sezioni, basterà premere sul link collegato per andare direttamente alla parte che vi interessa analizzare:

Profilo Aziendale e filosofia delle scarpe

La Mizuno Corporation è un’azienda giapponese fondata ad Osaka da Rihachi Mizuno nel 1906. In origine, Mizuno si occupava soltanto dell’importazione di attrezzature da golf e baseball dagli Stati Uniti. E’ in effetti il percorso inverso di Nike, di cui parleremo nelle prossime settimane. Per la produzione di scarpe invece, occorre attendere il 1910 per il baseball e gli anni venti per l’atletica leggera. Lo sviluppo tecnologico ha portato l’azienda di Osaka a sviluppare nuove tecnologie fin dagli anni ottanta, quando per esempio molti produttori si erano focalizzati sull’iper-pronazione, mentre Mizuno aveva pensato pure alla supinazione.

Filosofia delle scarpe Mizuno

Ci sono tre fondamentali punti da considerare nella scelta di scarpe Mizuno:

  1. l’utilizzo della piastra Wave. Presente in (quasi) tutte le scarpe da 20 anni, conferisce una risposta assolutamente unica. In generale le scarpe Mizuno sono più reattive, soprattutto nella parte anteriore. Il posizionamento della piastra varia da scarpa a scarpa, di conseguenza il comportamento cambia leggermente. Ma come regola generale, a parità di peso, otterrete la stessa risposta dalle varie calzature. Una sicurezza anche nei nuovi modelli!
  2. il drop 12. Mizuno è l’azienda che ha puntato di più sul differenziale alto. E quindi? banalmente correre con un drop alto cambia la biomeccanica da corsa, facilitando la corsa di tallone. Ma al tempo stesso riduce lo stress ai tendini. Per le gare veloci e corte, meglio un drop basso. Non a caso l’unica eccezione Mizuno è relativa alle Sonic, con drop 4. Sulle corse lunghe, la scelta dipende dalla vostra biomeccanica di corsa!
  3. ammortizzazione e stabilità. Si deve infine tenere presente che Mizuno tratta le sue scarpe «neutre» e «stabili» in modo diverso rispetto alle altre marche. Distingue queste due categorie semplicemente utilizzando una variazione della piastra Wave anziché attraverso elementi di design. Tra le due tipologie i confini «funzionali» sono sfocati, per esempio tra Wave Rider e Inspire.
Mizuno, come molte altre aziende, segue una cadenza di aggiornamento biennale per il design dell’intersuola e della suola. Ciò significa che la Wave Rider 21 e 22 condividono un design unico identico. In teoria quindi il podista amatore potrà comprare anche il modello precedente, risparmiando 30-40 euro.

Sintesi delle migliori scarpe Mizuno per categoria

Per chi non avesse tempo di analizzare il dettaglio delle scarpe scelte, ecco una sintesi che semplifica e limita le scelte del catalogo Mizuno, soltanto a 7 modelli fondamentali:

Modello Scarpa Categoria Link acquisto
Mizuno Wave Rider 22 migliore scarpa in Assoluto prezzi su Amazon.it
Mizuno Wave Sonic 2 migliore scarpa da gara prezzi su Amazon.it
Mizuno Wave Shadow 2 migliore scarpa intermedia prezzi su Amazon.it
Mizuno Wave Sky 2 migliore scarpa ammortizzata prezzi su Amazon.it
Mizuno Wave Inspire 15 migliore scarpa stabile prezzi su Amazon.it
Mizuno Wave Hayate 5 migliore scarpa da trail prezzi su Amazon.it
Mizuno Ezrun migliore scarpa economica prezzi su Amazon.it

Nel seguito troverete una breve descrizione di ogni scarpa, le principali caratteristiche, il prezzo di listino e le principali ragioni per essere scelta come scarpa nella categoria. Abbiamo definito sei categorie, che comprendono la classificazione standard delle scarpe da corsa (A1, A2, A3, A4, A5, A6). Infine abbiamo sottolineato la scarpa che consiglieremo di comprare per chi intendesse utilizzare soltanto un modello di scarpa.

Dopo queste premesse, ecco una breve scheda di ogni scarpa ed i link per l’acquisto.

Migliore scarpa in assoluto: Wave Rider 22

Mizuno Wave Rider 22Le Wave Rider (peso 295 gr, drop 12 mm, differenziale 31 / 19 mm) rappresentano per Mizuno la storia delle scarpe. Come analogia, potremmo dire che sono l’equivalente di Pegasus per Nike, di Ghost per Brooks e di Ride per Saucony. Lanciata 22 anni fa, resta il cavallo di battaglia della casa di Osaka, offrendo davvero una miscela esplosiva tra ammortizzazione e supporto. L’intersuola offre un grande comfort e la piastra Wave consente di correre a lungo, rendendo la corsa piacevole anche dopo due ore. Ma con le Rider si possono correre anche soltanto delle ripetute di pochi chilometri! insomma una scarpa universale. Per quanto concerne la tomaia, pur essendo «tradizionale», è decisamente confortevole, spaziosa e traspirante. Il Prezzo di listino è di  155 euro, con sconto medio 35-40%.

Migliore scarpa da gara: Wave Sonic 2

Mizuno Wave Sonic 2

Le Mizuno Wave Sonic 2 (peso 220 gr, drop 4 mm, differenziale 21 / 17 mm) sono le scarpe da gara per spingere che hanno sostituito i modelli Ekiden e Hitogami. Contrariamente alle sorelle maggiori, hanno un differenziale minimo di 4 millimetri e possono essere usate sia per gare ed allenamenti veloci. Le Wave Sonic 2 non contengono in realtà una placca Wave ma l’utilizzo della schiuma U4icX con una costruzione ad onda, cercano di realizzare lo stesso effetto. Dal punto di vista design, Wave è invece utilizzato sulle Wave Emperor 3, che hanno invece un differenziale di 9 millimetri. Il prezzo di listino è 130 euro, con sconto medio online del 20%.

Migliore scarpa intermedia: Mizuno Wave Shadow 2

Mizuno Wave Shadow 2Una delle preferite di chi non vuole scarpe troppo pesanti, come le Wave Rider o le Inspire, le Wave Shadow (peso 265 gr, drop 8 mm, differenziale 25 / 17 mm) sono veramente ideali per correre allenamenti lunghi. Soprattutto per chi ha un peso inferiore ai 75 kg, consigliamo questo modello perché consente di gestire tutti i ritmi. Tra l’altro le Shadow costano di meno, hanno un differenziale soltanto di 8 millimetri e sono votate per correre velocemente. La tomaia e la vestibilità aderente consentono di gestire al meglio gli allenamenti veloci, mentre l’intersuola offre una buonissima ammortizzazione pur consentendo anche una spinta senza uguali. Il prezzo di listino è 135 euro, con sconto medio online del 20%.

Migliore scarpa ammortizzata: Mizuno Wave Sky 2

Mizuno Wave Sky 2

La Wave Sky 2 (peso 335 gr, drop 10 mm, differenziale 32 / 22 mm) è un modello del 2018 che ha sostituito Enigma come top di gamma. Interessante notare che la progettazione della Sky è stata pensata, come già detto, per essere a metà strada tra una scarpa A3 e A4. La placca Wave è stata pensata per supportare il lato interno e quindi piacerà ai pronatori lievi. Sulla parte laterale, la placca Wave è presente solo sotto il tallone. Sul lato mediale invece, Wave è 3/4 della lunghezza dell’intersuola. La tomaia utilizza un sistema di ventilazione premium AeroHug e la Wave Sky ha un interno davvero comfortevole. Per quanto riguarda l’ammortizzazione non è esattamente a «cuscino» ma piuttosto reattiva.

Tra le scarpe ammortizzate, esistono anche le Wave Creation 19 e le Prophecy 7, che si caratterizzano per un utilizzo superiore di placche Wave. Ciò porta ad una maggiore reattività elastica ed una maggiore rigidità. Dal nostro punto di vista però le Wave Sky sono più confortevoli oltre ad avere una tomaia di migliore qualità ed un prezzo inferiore (175 euro, con sconto medio del 20%).

  • Tecnologie: intersuola U4ic, U4icX; suola SmoothRide.
  • Acquistare le Wave Sky 2 su Cisalfa;
  • il link per l’acquisto Wave Sky 2 su Maxisport (sconto 50%).

Migliore scarpa stabile: Mizuno Wave Inspire 15

Mizuno Wave Inspire 15Non abbiamo ancora preparato la recensione, ma l’Inspire (peso 310 gr, drop 12 mm, differenziale 31 / 19 mm) è davvero molto simile alla Rider. Peso leggermente superiore ma non di molto, una costruzione della Wave maggiormente accentuata. Per pronatori, è l’acquisto ideale, soprattutto per la comodità della tomaia spaziosa. Prezzo di listino: 145 euro (sconto medio su internet 30%).

Migliore scarpa da trail: Wave Hayate 5

Mizuno Wave Hayate 5

Le Hayate (peso 280 gr, drop 9 mm, differenziale 25 / 16 mm) sono arrivate alla quinta generazione e sono pensate per correre velocemente. Considerate il top di Gamma Trail da Mizuno, hanno un’intersuola a basso profilo Ap+. The Hayate sono costruite con materiali di grande qualità: la tomaia in mesh è semplice ma resistente e la scarpa risulta comoda e resistente. La suola Michelin ha un ottimo grip, grande trazione e stabilità perfetta. Dai principali Trailers, sono scarpe percepite come troppo leggere, anche se nell’ultimo modello è stata aggiunta un po’ di protezione. Sono adatte per gare da trail brevi. Prezzo di listino: 130 euro (sconto medio 30%).

Migliore scarpa economica: Mizuno Ezrun

Mizuno Ezrun

Il modello economico di Mizuno si chiama Ezrun (peso 265 gr, drop 12 mm, differenziale 29 / 17 mm). Ovviamente non contiene la placca wave, mentre la suola X10 è simile a quella dei modelli più prestigiosi. Per limitare i costi, l’intersuola delle Mizuno Ezrun contiene la tradizionale schiuma EVA. Non le abbiamo provate, ma il prezzo davvero limitato (60 euro, ma sconto medio del 30%) ed il peso minimalista le rende adatte per i debuttanti, oltre per correre lenti rigeneranti per gli amatori più esperti. La tomaia è in Jacquard mesh nella parte anteriore e in mesh con applicazioni di rinforzo termosaldate in quella posteriore.







Posted by