ASICS e BOA System, addio ai lacci?

BOA System

BOA SystemNella seconda metà del 2017, ASICS ha lanciato i primi due modelli con sistema di allacciatura micrometrica BOA System, in sostituzione dei lacci tradizionali: le ASICS GEL-FujiRado da trail e le ASICS Dynamis da strada. Una collaborazione di oltre due anni per creare e sviluppare due modelli di calzatura che racchiudono le più recenti tecnologie di due aziende leader del settore. Il sistema di chiusura BOA esiste da diciassette anni e viene applicato a calzature di vario tipo, dallo sport (snowboard, ciclismo, corsa…) al mondo del lavoro.

Ho ricevuto le ASICS Dynamis nel mese di ottobre e ammetto che prima di vederle avevo diverse perplessità sul BOA System, ovvero…

  1. cavi sottili: non rischiano di “tagliare” il collo del piede?
  2. tomaia: per evitare “1”, non l’avranno fatta troppo spessa e rigida nella zona sotto i cavi?
  3. chiusura: al contrario dei lacci, non sembra possibile stringere selettivamente in modo diverso a seconda della zona del piede. La chiusura non risulterà troppo larga o troppo stretta?

Come spesso accade, le sensazioni dopo le prove su strada si sono rivelate diverse dalle perplessità iniziali, ma prima di descrivere la mia esperienza…

Come funziona il BOA System

BOA SystemPiù facile da usare che da descrivere: c’è una rotella, la si preme per attivare il sistema, a questo punto la si gira in senso orario (scarpa destra) e in senso antiorario (scarpa sinistra) per stringere. A ogni scatto, corrisponde un millimetro di chiusura. Ogni rotella gira in un unico senso (è possibile solo stringere!), il vantaggio del senso diverso tra scarpa destra e sinistra è che risulta possibile stringere contemporaneamente entrambe le scarpe con un movimento simmetrico tra mano destra e mano sinistra. Per rilasciare completamente i cavi, è sufficiente tirare la rotella e il sistema di ritenuta si disattiva immediatamente. Non è invece possibile “allentare” la chiusura un millimetro alla volta in modo analogo a quando si va a stringere.

ASICS Dynamis e BOA System, come sono?

Vado ora a descrivere la mia esperienza. Come prima cosa, va detto che il MONO-SOCK FIT SYSTEM, formato da una guaina elastica interna che sostituisce la tradizionale linguetta, elimina sul nascere il problema di dover sistemare quest’ultima prima di procedere con l’allacciatura la chiusura. Di contro, la sensazione iniziale è quella d’infilare il piede in una scarpa molto più larga del solito.
A questo punto, si attiva il BOA System e s’inizia a girare la rotella. In un paio di secondi si è pronti per partire. La tomaia effettivamente risulta un po’ più spessa rispetto al classico modello con i lacci, probabilmente proprio per evitare che i cavi creino problemi quando si va a stringere parecchio, ma in ogni caso non risulta rigida o fastidiosa. Il sistema di chiusura contribuisce a rendere la scarpa un tutt’uno con il piede, a vantaggio dell’efficienza di corsa. I cavi non si sentono, nemmeno stringendo al massimo. Va detto comunque che anche con chiusure meno “aggressive”, il BOA System contribuisce a mantenere il piede fermo in maniera più efficiente rispetto ai lacci.

Aldilà della chiusura, le scarpe confermano quanto di buono sta facendo ASICS con i modelli con l’intersuola in FlyteFoam: risultano molto reattive, rispetto alle ASICS DynaFlyte 2 sono leggermente più rigide e meno ammortizzate . Il differenziale è di 8 mm (come nelle DynaFlyte 2), che unito alla maggiore rigidità e reattività, le rende a mio avviso più adatte a sedute di qualità, nonostante un peso leggermente superiore agli altri modelli in FlyteFoam che ho provato nel corso del 2017 (DynaFlyte, Noosa FF, RoadHawk, DynaFlyte 2, Gel DS-Trainer 22). Hanno anche un leggero supporto antipronazione, ma personalmente non l’ho mai percepito in maniera evidente.

Quest’anno usciranno diversi modelli ASICS con chiusura BOA, sia da allenamento che da gara. Recentemente, ASICS ha lanciato un modello superleggero (185 g) specifico per triathlon corti (GEL-451), dove la velocità in zona cambio risulta fondamentale.

Qualche link utile


Posted by