ASICS Noosa FF, Gel-Cumulus 19 e RoadHawk FF

ASICS RoadHawk FF

ASICS Gel-Cumulus 19Uno dei tanti vantaggi per essere entrato a far parte del team italiano degli ASICS FrontRunner è quello di poter provare in anteprima i nuovi modelli di scarpe appena immessi sul mercato, con in più la possibilità di avere accesso alle informazioni tecniche dettagliate e “riservate”, a disposizione esclusivamente degli addetti ai lavori. Un invito a nozze, per uno shoe’s addicted come me!
Da marzo di quest’anno, ho avuto infatti la fortuna di poter utilizzare e testare ben cinque modelli diversi (li scrivo in ordine di “arrivo a casa”): ASICS DynaFlyte, ASICS Gel-DS Racer 11, ASICS Noosa FF, ASICS Gel-Cumulus 19 e ASICS RoadHawk FF.

Delle prime due ho già scritto nell’articolo dedicato. Aggiungo soltanto un’informazione per le DynaFlyte: sono a quota 500 km e inizio a sentirle meno morbide e reattive, probabilmente la combinazione tra il mio peso (sopra i 70 kg) e i ritmi lenti dovuti al tipo di utilizzo e ai percorsi di allenamento dell’ultimo periodo ne hanno ridotto la durata. Del resto, usarle solo per le uscite tranquille e su strade in salita e discesa non aiuta ad allungare la vita a una scarpa che andrebbe sfruttata per ritmi più veloci e/o da atleti più leggeri!

ASICS Noosa FF

Ecco il motivo per il quale ho utilizzato le DynaFlyte solo per ritmi lenti: ho le Noosa FF! Intersuola sempre in FlyteFoam, ammortizzazione Gel nel retropiede, ma avampiede più secco e reattivo delle DynaFlyte, questa volta con il classico differenziale di 10 mm. Ottimo grip anche sul bagnato, le ho utilizzate per ritmi dai 3’20” ai 4’30” al km, addirittura in un paio di gare su percorsi con fondo sterrato, anche se non sono assolutamente concepite per quella superficie! Si possono utilizzare anche a ritmi più lenti, ma a mio avviso sono sprecate. Come durata, sono quasi arrivato a 400 km e non sento grandi differenze rispetto alle prime uscite.

ASICS Gel-Cumulus 19

Modello storico (diciannovesima versione!) e con caratteristiche più tradizionali rispetto agli ultimi modelli con intersuola in FlyteFoam. La comodità durante la corsa è messa al primo posto. Differenziale di 10 mm, molto morbide anche nell’avampiede, un classico modello neutro e protettivo adatto alle lunghe distanze o per gli allenamenti di recupero. Non sono particolarmente leggere (ormai le varie aziende ci hanno abituati troppo bene…), ma il peso percepito è ben compensato da un’ottima ammortizzazione e una buona reattività. La tomaia è molto morbida e particolarmente avvolgente, tanto da rendere la calzata leggermente più stretta rispetto alla stessa misura scelta per le DynaFlyte.

ASICS RoadHawk FF

ASICS RoadHawk FFAncora più leggere delle Noosa FF, con una tomaia particolarmente avvolgente e un differenziale di 8 mm. Più ammortizzate e reattive delle “cugine”, forse addirittura troppo morbide per un utilizzo in gara, soprattutto su percorsi nervosi con tanti cambi di direzione. A differenza delle Noosa FF, sono talmente morbide che anche a ritmi più lenti svolgono egregiamente il loro lavoro. Hanno anche un look più moderno e “minimal”, sono quindi facilmente utilizzabili anche fuori dal “momento corsa”. A breve qualche dettaglio in più, essendo appena arrivate le ho usate ancora troppo poco per farmi un’idea completa!

Qualche link (scarpe ordinate in base al tipo di utilizzo, dalla più “veloce” alla più “lenta”)…

ASICS Gel-DS Racer 11: sito ufficiale ASICS, Amazon

ASICS RoadHawk FFsito ufficiale ASICS, Amazon, Running Warehouse

ASICS Noosa FFsito ufficiale ASICS, Amazon, Running Warehouse

ASICS DynaFlytesito ufficiale ASICS, Amazon

ASICS Gel-Cumulus 19sito ufficiale ASICS, Amazon, Running Warehouse


Posted by