Cambio programma

Houston, we have a problem

Houston, we have a problemDovevano essere le due settimane più intense della preparazione per la maratona di Firenze (vedi qui) , a conti fatti saranno quelle con il minor chilometraggio totale. Cose che capitano, soprattutto quando si prepara una maratona, anche se a dirla tutta da questo punto di vista posso ritenermi abbastanza fortunato, non avendo mai avuto grossi problemi (infortunio di inizio giugno a parte, ma lì c’era di mezzo una storta su un percorso di riscaldamento disastrato, qui). Ma vado con ordine…

Lunedì 20 ottobre corsa di recupero, il giorno dopo 20 km in totale con all’interno 12 km di corsa media (qui), conclusi come da programma a 3’40” al km di media nonostante un’umidità incredibile e una temperatura quasi estiva (dal giorno dopo temperature giù di oltre dieci gradi…). Mercoledì 22 ottobre parto per la corsa di recupero e dal primo passo sento uno stranissimo fastidio alla parte esterna del ginocchio destro. Mi fermo per sicurezza dopo 2 km e decido di riposare anche il giorno successivo. Venerdì 24 ottobre corro abbastanza bene 12 km con il finale in progressione in salita (qui), sabato un’uscita di quasi 9 km tranquilli ma con parecchio fastidio, domenica 16 km in buona progressione (qui). Per farla breve, si tratta di una contrattura al tensore della fascia lata: quando riesco a scioglierla, il fastidio al ginocchio scompare.
Ho evitato quindi di esagerare con i chilometri, puntando piuttosto a farne pochi ma sempre “svelti”. Lunedì sentivo ancora parecchio fastidio, quindi stop preventivo dopo poco più di 4 km. Il giorno dopo ho riposato per sicurezza. Mercoledì inizialmente bene, poi però verso fine seduta ho sentito nuovamente tirare, quindi ho preferito tagliare qualcosa e finire il medio in progressione in salita (7 km a 3’42” al km), per un totale di 13 km (qui). Ieri mattina 8 km totali, abbastanza svelti dopo il riscaldamento (sempre sotto i 4′ al km). Stamattina un buon interval training (qui), per un totale di 13 km.
Domani probabilmente riposerò, domenica farò qualcosa in progressione sempre senza esagerare con la quantità.

La settimana scorsa l’ho chiusa a 71 km, in questa arriverò poco sopra i 60. Più o meno la metà di quanto volevo effettivamente fare!

Inutile dire che ho praticamente consumato i vari foam roller e The Stick (vedi qui)… ora la situazione è migliorata ma la tengo costantemente sotto controllo. La prossima settimana il programma prevede pochi chilometri per presentarsi alla “Maratonina Città di Busto Arsizio” riposato per fare una bella prestazione. L’importante sarà arrivarci sano, per il resto c’è (ancora poco) tempo… ;-)


Posted by