Nike Speed Rival 6, la recensione dettagliata



Le Nike Air Zoom Speed Rival 6 sono scarpe pensate per il mercato giapponese e fin dal nome sono votate alla velocità ed allenamenti intensi. Ma come ogni cosa bella di nicchia, oggi è possibile trovarle anche su alcuni siti e-commerce europei.  Qualche mese fa le abbiamo provate e di seguito ecco la nostra opinione.

Nike Air Zoom Speed Rival 6, la nostra opinione

nike-rival-6-foggia-paio

La curiosità di testare nuove scarpe Nike non ci è mai mancata. Quando il nostro amico Andrea Soffientini ci ha suggerito di provare alcuni modelli sviluppati per il mercato Giapponese, non abbiamo avuto dubbi, valutando diverse opzioni interessanti, tra cui le Lunarspider R6 e le Speed Racer. Siccome eravamo alla ricerca di una scarpa per gli allenamenti di qualità e non per le gare, la carta di credito è stata utilizzata per le Nike Zoom Speed Rival 6. Siamo rimasti molto sorpreso dal prezzo di listino (80 euro) così basso per una calzatura che sicuramente può essere utilizzata per correre a lungo, velocemente e che ha davvero parecchi pregi nascosti.

Principali domande della recensione

Quali sono le principali caratteristiche delle Nike Air Zoom Speed 6? cosa le rendono differenti rispetto alle scarpe da gara Europee? quali sono le differenze rispetto agli altri modelli Nike? A chi sono adatte? com’è il comportamento nella corsa? per quali ritmi? ma sono davvero performanti?

Ecco le domande a cui abbiamo cercato di rispondere nella nostra recensione dettagliata. Per guidare il lettore nella recensione, l’articolo è diviso in sezioni. Vi consigliamo di leggerlo tutto d’un fiato e poi di soffermarvi sulle parti che vi interessano ad una seconda lettura.

Le Nike Air Zoom Speed Rival 6 nel modello Nero sono state acquistate su Runningwarehouse a finalità di test. Di seguito vi raccontiamo la nostra opinione.

Caratteristiche generali

nike-rival-6-forma
Le Nike Air Zoom Speed Rival 6 sono scarpe di categoria A1 «gara», adatte ai podisti con appoggio neutro e supino, hanno un drop 10. Pensate in generale per allenamenti intensi, ma anche per corse lunghe, per atleti dal peso ottimizzato.
nike-rival-6-coppia
Negli ultimi mesi abbiamo realizzato diverse recensioni delle scarpe Nike, che potrete trovare al link allegato.

Caratteristiche tecniche

Vediamo le caratteristiche tecniche delle Speed Rival 6, poi le descriviamo le principali evoluzioni rispetto al modello Racing. Infine discuteremo l’impatto sulla corsa.

Come tutti i modelli Racing di Nike, hanno una calzata filante e stretta. Come scarpe da gara sono relativamente secche rispetto allo standard Nike. Se le Lunaracer 4 sono il simbolo della leggerezza e morbidezza, le Speed Rival sono altrettanto leggere, ma molto più rigide e reattive.

Sintesi delle principali caratteristiche tecniche

nike_rival_6_peso

Peso: 198-200 g (US size 9)

Altezze della suola: 26mm (tallone), 16mm (avampiede)

Larghezza disponibile: D=Medium

Come calza (basato sulla larghezza D)

  • Calzata: standard
  • Tallone: medio stretto
  • Mesopiede: medio basso
  • Avampiede: medio stretto
  • Spazio dita: medio basso
  • Arco plantare: alto
  • Forma: arcuata

Nike Speed Rival 6 vs Speed Racer 6

nike-rival-6-frontale
Rispetto al modello da gara Racer, le Rival 6 sono leggermente più pesanti e più morbide:
  • suola: le Racer 6 hanno una suola votata di più alla velocità, essendo presente il DSP nella suola (Dual Stencil Process). Invece, le Rival hanno un inserto mediale in TPU nella parte centrale;
  • contatto con il terreno: le Racer hanno una sensazione di vero contatto con il terreno, mentre per le Rival è meno accentuato, proprio per la vocazione alle lunghe distanze.

Estetica e forma

nike-rival-6-intersuola-anteriore

Esteticamente le Nike Air Zoom Rival 6 hanno una forma arcuata, per migliorare il movimento del piede. Viste frontalmente, si evidenzia che la parte anteriore è meno stretta del solito. Ed in effetti, appena allacciate il piede è senza dubbio bloccato, ma le dita sembrano trovare spazio senza grosse costrizioni. La parte anteriore è protetta da una gomma sintetica che circonda la punta, proprio come nelle Adidas Adios 3:

nike-rival-6-anteriore

La tomaia è in Flymesh, un tessuto sintetico resistente, con il solito design interno senza cuciture. Le Speed Rival 6 hanno una buona flessibilità superiore e una discreta traspirazione. La rete è leggera e si allunga meglio adattandosi al piede. Tra l’altro, la parte centrale è più ampia degli ultimi modelli Nike. Sono stati aggiunti dei piccoli “elastici”, di colore verde nella foto, al posto del solito Flywire di Nike. Anche se esteticamente sono troppo evidenti, a livello funzionale nessun dubbio che il design consenta di tenere il piede ben fermo:

nike-rival-6-lacci

La conchiglia non è così rigida ed abbastanza imbottita. A differenza del mesopiede, il tallone ha una forma relativamente stretta:

nike-rival-6-conchiglia

non ci sono elementi riflettenti, ma solo una grande scritta verticale Nike Racing:

nike-rival-6-conchiglia-imbottitura

Nella parte anteriore del tallone sicuramente abbiamo apprezzato la comodità dell’imbottitura, che potrebbe aiutare chi ha problemi al calcagno:

nike-rival-6-conchiglia-interna

Soletta e Plantare

La soletta in EVA modellata a compressione non differisce molto dai modelli precedenti ed è esattamente la stessa dei modelli LunaRacer:

nike-rival-6-soletta

Il plantare della scarpa non è perforato. Nonostante la sensazione di comodità e morbidezza ed il peso piuma, la scarpa una volta allacciata risulta particolarmente avvolgente:

nike-rival-6-intersuola

Suola 

La suola è in gomma al carbonio, con piccoli tacchetti nella parte anteriore ed uno strano disegno esagonale nella zona mediale:

nike-rival-6-suola

La parte anteriore è dotata di piccoli tacchetti a forma pentagonale che offrono una discreta trazione, anche in condizioni di pioggia:

nike-rival-6-suola-anteriore

Nella parte posteriore i tacchetti sono più grandi e la zona retrostante ha una forma rotondeggiante per garantire stabilità e favorire il posizionamento corretto del tallone:

nike-rival-6-suola-tallone

Comportamento nella corsa

nike-rival-6-tallone

Abbiamo testato le Speed Rival 6 in diverse condizioni, con l’obiettivo di valutare i suoi punti di forza e debolezza. Ecco le nostre impressioni.

Corsa Lenta su Asfalto

Appena indossate in strada, la scarpa ha un tratto distintivo nel buon comfort anteriore, nel contatto con il terreno e nella limitata ammortizzazione. Anche se il drop è di 10 mm come la maggior parte delle scarpe Nike, la sensazione è che il differenziale sia inferiore, forse a causa del contatto al suolo più evidente. La corsa lenta risulta inizialmente difficile proprio per la mancanza d’ammortizzazione. Ma dopo qualche chilometro, una volta adeguatamente riscaldati, la leggerezza della scarpa ed il suo comfort permettono di correre molto più leggeri e rilassati. Forse non è una scarpa adatta ad uscite rigeneranti, ma sedute lente restano comunque piacevoli dopo la situazione iniziale. Infine, per il nostro appoggio di mesopiede, ogni tanto ci è capitato di sentire il suono della parte centrale in plastica:
nike-rival-6-parte-mediale
Corse medie e veloci
A ritmi più veloci però la scarpa da il meglio di sé, in particolare per i tallonatori. E’ presente nel tallone lo Zoom Air, che mantiene questa scarpa reattiva e protettiva su lunghe distanze. La scarpa su ripetute e medi mostra tempi di transizione comparabili con scarpe più blasonate.
Corse lunghe

Nelle corse lunghe, grazie alla buona protezione del tallone, la tomaia confortevole ed allo spazio delle dita può essere utilizzata a lungo. Dopo due ore di corsa però, abbiamo notato un piccolo affaticamento, probabilmente causato dall’appoggio di mesopiede. Ma tutto sommato le Speed Rival 6 si difendono decisamente bene, in particolare se all’interno del lungo aggiungerete delle variazioni di ritmo.

nike-rival-6-linguetta
In conclusione, le Speed Rival 6 sono reattive e veloci, forse una via di mezzo tra le Streak 7 e le Elite 10. Non male davvero. Sui lunghi abbiamo qualche dubbio, ma molto dipende dalla vostra tipologia d’allenamento.

Durata

Le Speed Rival 6 si sono mostrate relativamente durevoli, sia la tomaia, sia la suola hanno un’usura molto lenta. Come Pegasus e Vomero, i tacchetti, specialmente nella parte posteriore potrebbero usurarsi, in funzione del modo di correre.

nike-rival-6-zoom

Non essendo una scarpa particolarmente ammortizzata, i principali problemi potrebbero derivare dall’abrasione della suola e dalla rottura della tomaia. Ma la sensazione è che ambedue siano relativamente durevoli.

nike-rival-6-suola-intersuola-laterale

Le Nike Air Zoom Speed Rival 6 sono scarpe di buona fattura e potranno essere utilizzate almeno 500-600 km, distanza oltre la quale suggeriamo un cambiamento.

Conclusioni

nike_rival_6_tomaia

Senza ombra di dubbio, le Nike Zoom Speed Rival 6 hanno un ottimo rapporto qualità / prezzo, essendo vendute ad 80 euro di listino.

A noi le Rival 6 sono davvero piaciute, nonostante la tomaia un po’ rigida ma ottimamente filante e soprattutto il design della suola con un pezzo centrale di plastica che interrompe la rullata ed a alti ritmi potrebbe farsi sentire. Ma per l’amatore tallonatore, la sensazione è che l’esagono possa facilitare la propulsione in avanti: provare per credere.

Prezzi e disponibilità

La scarpa da listino costa 80 €, ma si può trovare a prezzi davvero stracciati, intorno ai 65-70 euro. Il nostro suggerimento per chi pensa di comprare via internet, è cercare il negozio “virtuale” che costa meno. A parità di prezzo suggeriamo il nostro partner Runningwarehouse, che fornisce (molti) dei materiali per i test:

Retailer Online prezzo medio Link acquisto
RunningWarehouse 65-75€ prezzi su Rwh
Sportshoes 57-80€ link
Amazon 75-80€ prezzi su Amazon.it

nike-rival-6-rwh







Posted by