Karhu Flow Fulcrum Ride



Dopo i due post sulle Karhu Fast3 Fulcrum Ride e sulle Karhu Forward3 Fulcrum Ride (qui invece quello iniziale con i dettagli dei singoli modelli), è arrivato il turno delle “Karhu Flow Fulcrum Ride”, scarpa neutra dichiaratamente veloce, con caratteristiche che la pongono a cavallo tra una A2 e una A1.

Le ho usate in queste tre sedute:

mercoledì 11 aprile, 22,5 km: Risc. 4,5 km, 4 x 3 km (3’26”) Rec. 1 km (3’45”), Def. 3 km.
Allenamento durissimo a undici giorni dalla Maratona di Padova, soprattutto per il “recupero” di 1 km a 3’45”;

domenica 15 aprile, 21 km: Risc. 4 km, Ritmo Maratona 14 km (3’32”), Def. 3km.
Test del ritmo maratona a una settimana dalla gara, il tutto reso più complicato dalla Bora e dalla pioggia nel finale della seduta;

mercoledì 18 aprile, 14 km: Risc. 4,5 km, 3 x 2 km (3’16”) Rec. 3′ corsetta, Def. 2 km.
Ultima seduta di richiamo a quattro giorni dalla maratona, l’importante era “lanciare le gambe” senza esagerare.

Ecco le mie impressioni:

1) sarò ripetitivo, ma le scarpe risultano sempre molto curate nei singoli dettagli (lacci, occhielli, cuciture…);
2) tomaia molto avvolgente, con una calzata giustamente più stretta rispetto alle “Fast3” e alle “Forward3”;
3) da fermi, si nota abbastanza il dislivello tacco/punta, ma la suola risulta più morbida delle “Forward3″;
4) in corsa, semplicemente uno spettacolo: durante il riscaldamento a ritmi anche lentissimi, si percepisce molto bene l’ammortizzazione sul tallone, ma quando si aumenta il ritmo, l’avanpiede molto scarico e reattivo favorisce una corsa in spinta, praticamente diventano delle vere e proprie scarpe da gara (nessun problema a spingerle anche sotto i 3’00” al km)!

Concludo dicendo semplicemente che saranno le scarpe che utilizzerò domenica alla maratona di Padova…


Posted by