“Maratonina di Trieste 2013”, altro che “Bavisela” (in dialetto triestino, “alito di vento”)!



Sarò breve… 1h15’13”, 6° assoluto (1° M35), qui la classifica completa, qui il GPS della gara.
 
Si parte da Duino alle 10:30 (i maratoneti partivano da Gradisca alle 9:00, quindi a Duino passavano alle 10:30 quelli che speravano di finire entro le tre ore).
Quest’anno numeri da record: quasi 800 iscritti alla maratona, oltre 2.700 alla mezza, i soliti 8.000 alla non competitiva di 8 km.
 
Bora abbastanza forte (non 100 km/h come tante volte qui, ma nemmeno un venticello, diciamo che alcune transenne son volate a terra e un paio di raffiche nelle zone note ai triestini quasi ti fermavano), ovviamente contraria per tutto il percorso (c’è poco da fare, quello è il senso del vento!), sole e caldo, tanto caldo!
 
Top runner (Pertile, Caimmi, Bourifa e due atleti sloveni, uno dei due si è poi ritirato) subito davanti, poi io con la prima donna (Rosaria Console) e altri tre podisti.
Dal 2° km rimango da solo: i cinque “top” davanti, poi l’atleta che alla fine arriverà 5°, a 5” ci sono io, dietro la Console con altri due.
 
Da qui in poi, poco da dire: ho corso in difesa per arrivare sano e salvo all’arrivo! Mai scoppiato ma mai “forte”, troppo vento e troppo caldo per poter pensare d’incrementare il ritmo. Bramavo ogni ristoro per poter bere e bagnarmi (una bottiglietta da vuotare in testa, una da bere).
 
I passaggi presi manualmente ogni 5 km indicano una corsa regolare su ritmi lenti, pensando per esempio alla London Marathon di due settimane fa, dove sono passato in 1h14’01” alla prima mezza, per poi finire in 1h15’22” la seconda: 18’14”, 17’45”, 17’45”, 18’35”, 3’00” per concludere.
 
Tempi alti per tutti: Pertile poco sotto l’ora e otto (l’anno scorso il primo italiano era arrivato oltre quattro minuti prima!), Caimmi quasi un’ora e nove, Bourifa un’ora e dodici, il 5° mi è arrivato davanti di 16” (al rilevamento posto al km 13,9 mi era davanti di 4’41”… alla fine un bel botto per lui!).
La Console prima donna in un’ora e diciassette, l’anno scorso aveva concluso sei minuti prima!!!
 
Ai maratoneti è andata pure peggio: professionisti che viaggiano tra 2h10′ e 2h20′ hanno finito intorno alle 2h30′!
 
Della serie… benvenuti a Trieste!!!

Posted by