Nike Legend React, la recensione dettagliata



Le Nike Legend React sono il modello economico delle scarpe con l’intersuola React di Nike. Lanciate sul mercato italiano dopo le vacanze estive, in maniera davvero discreta, hanno attratto la nostra attenzione grazie al costo particolarmente basso. In questo periodo di saldi invernali, si riescono pure a trovare a prezzi sotto i 60 euro.

Nonostante sia la versione davvero economica delle più costose Epic React, abbiamo deciso di testarle in allenamento, per capire cosa le rendesse meno attraenti rispetto al modello più nobile.

Nike Legend React, la nostra opinione

Come l’attento lettore saprà, negli ultimi mesi abbiamo recensito sia la versione delle nuovissime Nike Epic React, sia quella delle Nike Odyssey React, i due modelli più pubblicizzati nel 2018 dalla casa americana.
In maniera molto più discreta, Nike ha lanciato anche il modello di base, chiamato Legend. Nike ha voluto offrire ai suoi clienti con un budget inferiore la possibilità di testare la nuovissima intersuola React in una scarpa venduta ad un listino inferiore ai 100 euro.  Anche se non c’è stata una grande promozione di questo modello, diversi colori della versione più economica sono spuntati come funghi sui principali siti d’e-commerce, in particolare su Amazon. Visto che tra la curiosità ed il click sul più famoso sito d’e-commerce sono passati pochi centesimi di secondo, abbiamo voluto condividere la nostra esperienza con il lettori del Blog.

E ricordando quanto abbiamo speso, l’esperienza di corsa è stata molto più «interessante» del previsto. In effetti, siamo rimasti sorpresi da come le Legend si sono comportate in allenamento. Prima di capire «i segreti delle Legend», le domande erano parecchie. In sintesi:
Come si è comportato il React sul modello base? Le sensazioni in corsa delle Legend sono simili a quelle di Epic e Odyssey React? E soprattutto, quali sono le differenze tra i tre modelli? Cosa perdete spendendo in media 60-70 euro rispetto al modello più nobile? A chi sono consigliate? Per quali tipologie di allenamento?

Come al solito, la recensione è dettagliata, frutto di una serie di test accurati. Per guidare il lettore nella recensione, l’articolo è diviso in sezioni. Vi consigliamo di leggerlo tutto d’un fiato e poi di soffermarvi sulle parti che vi interessano ad una seconda lettura.

Le Nike Legend React nel modello Blu sono state regolarmente comprate su Internet poco dopo l’uscita ufficiale e di seguito vi raccontiamo la nostra opinione.

Caratteristiche generali

Le Nike Legend React sono scarpe di categoria «massimo ammortizzazione», sono adatte ai podisti con appoggio neutro e supino, hanno un drop 10, tipico dell’azienda americana.
Possono essere utilizzate su asfalto e in condizioni ottimali, mentre come i loro modelli equivalenti Nike React sono abbastanza instabili sul bagnato, anche se sicuramente meno rispetto alle sorelle maggiori, a causa del poco grip nella suola. L’estetica è abbastanza gradevole, ma non consigliamo d’indossarle d’estate per la mancanza traspirabilità della tomaia.

Caratteristiche tecniche

Vediamo in primo luogo le caratteristiche tecniche delle Legend React, poi i principali cambiamenti ed infine discuteremo l’impatto sulla corsa.

Sintesi delle principali caratteristiche tecniche.

Ecco le principali caratteristiche tecniche delle nuove Legend, rispetto alle Pegasus 35 sono quasi 30 grammi in meno, con una forma più arcuata e una calzata più filante e stretta:
  • Peso: 239 g (EU size 42.5)
  • Altezze della suola: 28 mm (tallone), 18 mm (avampiede)
  • Larghezza disponibile: D=Medium; come calza (basato sulla larghezza D)
    • Calzata: standard
    • Tallone: stretto
    • mesopiede: stretto
    • avampiede: medio
    • spazio dita: medio stretto
    • arco plantare: medio alto
    • forma: semi arcuata

Differenze rispetto alle Epic React

In questa sezione analizziamo le differenze rispetto alle Epic React. Anche se l’intersuola è davvero simile, con la schiuma React, tutto il resto è diverso. Ovviamente il design e la costruzione non differiscono molto. Anche se sicuramente la qualità dei materiali è inferiori, l’armonia della scarpa è ottima. Infine Nike è riuscita a migliorare in qualche modo il design rispetto alla prima versione. Quali sono le principali differenze tra i due modelli?
Ce ne sono almeno tre, più la (solita) variazione per il modello femminile:
  1. La tomaia. Le Legend React hanno una tomaia in mesh, abbastanza di base. I costi di produzione sono stati ridotti al massimo, ma pensiamo che questo non sia necessariamente un problema. La tomaia è davvero fasciante, la sensazione di calore è ottima, soprattutto in questo inverno molto freddo. Chiaramente la scarpa è meno traspirante e non osiamo immaginare il forno che si potrebbe generare quest’estate.
  2. Comportamento nella corsa. La quantità di schiuma React è inferiore rispetto a quella delle Epic. Inoltre su queste scarpe è stata aggiunta una parte importante di gomma sulla suola. Queste due caratteristiche hanno reso la scarpa leggermente più secca. Quindi sebbene il comportamento in corsa è molto simile, pensiamo che un runner efficiente riesca a sfruttare al meglio le caratteristiche del React ed al tempo stesso correre velocemente; ma la sensazione di «corsa sul cuscino» tenderà a scomparire rispetto agli altri due modelli.
  3. Prezzo di vendita. Il prezzo di listino delle Legend è la metà rispetto alle nobili React. Se avete amato quest’ultime, sicuramente non disprezzerete le prime. Pensiamo che la scarpa sia davvero fasciante e che possa piacere anche per i lenti settimanali.
Versione Femminile. Anche per le Legend React, ne esiste una versione femminile con una schiuma React più morbida. Il peso della versione femminile sul numero 39 è di 230 grammi. Infine anche l’allacciatura e le stringhe sono leggermente diverse, ma non abbiamo notato particolari problemi nel mantenere le scarpe allacciate.

Estetica e forma

Per quanto riguarda l’aspetto estetico, nulla da eccepire. Anche in questo caso le scarpe esteticamente le scarpe non differiscono molto rispetto alle sorelle maggiori. Una volta tolte dalla scatola, abbiamo notato subito che la tomaia fosse poco traspirante e che la linguetta fosse identica a quella delle Odyssey in neoprene. Per il resto, la conchiglia è stata resa ancora meno aerodinamica rispetto alle Odyssey e alle Epic. L’allacciatura è più tradizionale rispetto agli altri 2 modelli:

Mentre la soletta è esattamente la stessa

Inoltre manca completamente della parte in plastica, la suola ha una maggiore quantità di gomma, la scarpa nonostante qualche grammo in più delle Epic ha una buona sensazione di leggerezza, e contrariamente alle Odyssey, il piede non sprofonda completamente nella schiuma React.

Comportamento nella corsa

La Legend React è stata testata per oltre 200 km in diverse condizioni, su vari terreni ed allenamenti. Abbiamo limitato i test proprio perché la conoscenza del comportamento di Epic e Odyssey ci hanno già indirizzato verso una valutazione complessiva.

Corsa Lenta su Asfalto

Testando le Legend React ci aspettavamo esattamente lo stesso comportamento delle Odyssey. Ma l’aggiunta di maggiore gomma sulla suola e probabilmente una quantità inferiore di schiuma React ha portato a cambiare leggermente il comportamento in corsa. Appena partiti per una corsa lenta, l’effetto compressione e morbidezza del React lascia spazio alla sensazione tipica di una scarpa secca. L’ammortizzazione è comunque garantita dal React, ma si nota molto meno. Pensiamo comunque che le Legend possano essere utilizzate anche in lunghi lenti. L’unico aspetto negativo è che le Legend sono abbastanza strette sulla parte anteriore. Ovviamente le nostre considerazioni cambiano quando le temperature aumentano: la combinazione della linguetta in Neoprene e la tomaia poco traspirante rendono la scarpa molto calda una volta superati l’ora di corsa.

Corse medie e veloci

Testate sui ritmi medi, non siamo stati particolarmente impressionati. Da un lato le Legend React hanno mostrato maggiore reattività rispetto agli altri modelli. Ma dall’altro, la costruzione ed il design del modello, con la parte arcuata centrale molto accentuata, non asseconda il movimento prolungato del piede. Nelle uscite brevi e sugli allunghi, invece pensiamo che la possibilità di correre con l’avampiede, consenta di sfruttare al meglio le caratteristiche delle Legend React.

In conclusione, proprio per questa ragione riteniamo che le Legend React siano adatte a correre i lenti rigeneranti, associati ad allunghi a fine allenamento.  Tra i podisti alla ricerca di modelli polivalenti, siamo convinti che Pegasus 35 e Zoom Fly possano offrire un miglior ventaglio di scelta nell’allenamento.

Durata

Abbiamo constatato di persona con i modelli Epic e Odyssey che la durata dell’intersuola React sia il punto di forza di questi modelli. E le Legend non si discostano di molto rispetto alle sorelle maggiori. Se è vero che è stato aggiunto meno schiuma React nell’intersuola, la protezione e la durata è assicurata da una maggiore quantità di gomma su quasi tutta la superficie della suola. Quindi non abbiamo notato grandi abrasioni nelle zone di maggiore pressione. Tutto sommato pensiamo che un podista medio riuscirà a correrci almeno 800 km, distanza oltre la quale suggeriamo un cambiamento di scarpe.

Le Legend React hanno superato anche il test della durata, grazie all’abbondante quantità di gomma sulla suola ed alla tomaia molto resistente.

Conclusioni

Le aspettative delle Legend React erano onestamente basse. Avevamo visto su YouTube un video di un famoso Influencer Americano che le faceva gettare nel burrone dalla sua modella. Non abbiamo capito questo gesto così eclatante, ma forse non comprendiamo a pieno la cultura americana. In realtà le Legend React hanno una buona «value proposition»:

nelle diverse uscite si sono dimostrate molto più secche degli altri modelli con il React. Paradossalmente sono più adatte per correre velocemente, perché oltre ad essere meno ammortizzate hanno un peso piuma, al confronto di scarpe più conosciute. Inoltre è chiaro che la durata del React rende le Legend molto interessanti. Dove si trova una scarpa dal costo al chilometro inferiore a 7 centesimi a km? Per chi non è alla ricerca di performance, queste scarpe hanno il miglior rapporto qualità / prezzo del mercato. 

Per chi voglia solo correre in relax le Legend, anche se non sono così belle esteticamente come le Epic, hanno un prezzo bassissimo ed una durata importante. Pur con una tomaia non molto traspirante ed essendo abbastanza strette nella parte anteriore, pensiamo che possano fare felici molti podisti, soprattutto durante la stagione autunnale e primaverile. In Inverno ed estate, probabilmente meglio affidarsi a scarpe diverse.

Prezzi e disponibilità

La scarpa da listino costa 100€, ma si trova facilmente sotto i 70 euro. Abbiamo fatto fatica a trovarle nei negozi, ma sono capillarmente diffuse su Internet, in particolare se ne trovano di svariati colori su Amazon. Nel nostro caso, approfittando di una promozione, siamo riusciti ad averle a 49 euro. Vale sempre lo stesso suggerimento, comprare dove costa meno, soprattutto per clienti Nike:





Posted by