La valigia perfetta del maratoneta

La valigia perfetta del maratoneta

La valigia perfetta del maratonetaEccoci qua con un articolo evergreen su come preparare la valigia perfetta in vista di una maratona. Certo ci siamo già occupati delle istruzioni per l’uso su come affrontare un’impresa di questo tipo. Alimentazione, allenamento e un bell’apparato bibliografico per approfondire l’argomento.
Tutte cose fondamentali. Non lo è da meno la nostra valigia, anzi è essenziale evitare di dimenticare le nostre scarpe preferite, così come ottimizzare al meglio gli spazi. Con qualche suggerimento utile anche in vista di eventuali acquisti nelle città dove vi apprestate a partecipare alla vostra maratona.

Che cosa mettere in valigia

Innanzitutto la valigia di quelle da portare in cabina (e non in stiva), visto che non voglio neppure immaginare l’eventualità di perdere il bagaglio con scarpe, magliette e tutto quello che ci serve per una maratona. Perciò il consiglio, anche per ottimizzare i costi, è di far entrare tutto nella valigia che portate sempre con voi. In questa maniera sarete certi di non avere brutte sorprese al vostro arrivo ad Amsterdam, Barcellona o Vienna.

Due paia di scarpe sono essenziali. Uno per l’allenamento pre-gara, l’altro per la maratona. Va da sé che è fondamentale pulirle bene prima di metterle in valigia. Sono cose banali, ma meglio precisarle. Due paia di calzini che potete arrotolare e infilare nelle scarpe. L’ottimizzazione degli spazi è essenziale!

Due completi sono sufficienti. Manica corta o lunga a seconda delle condizioni climatiche e del luogo in cui si svolge la maratona. Pantaloni corti o sprinter, quelli che preferite. Ricordate che basta un po’ di detersivo per lavare il completo che avete usato per allenarvi e il giorno dopo sarà già asciutto.

Il tempo libero nel viaggio del maratoneta

E così siamo già arrivati un bel po’ avanti nella preparazione della nostra valigia perfetta per la maratona. Se state pensando di prendere l’aereo in vista delle maratone di Barcellona (Marzo), oppure di Vienna (Aprile), potreste approfittare di qualche giorno in più di vacanza e dedicare un po’ di tempo all’esplorazione di queste città. Se poi vi siete superati nella vostra performance, un tour turistico potrebbe anche diventare l’occasione giusta per un meritato regalo; e per portare con voi anche qualche tipico souvenir ad amici o parenti e condividere la vostra gioia.

La valigia perfetta del maratoneta

E a questo punto si impone la necessità di ridurre al minimo le spese per il bagaglio in eccesso. I salassi in fase di check-in sono sempre in agguato, ma basta dare un’occhiata a siti come Packlink per sentirsi subito più leggeri. Si tratta infatti di un’innovativa piattaforma dove è possibile trovare tra gli altri il servizio Crono di Poste italiane che permette di inviare a prezzi estremamente vantaggiosi i vostri regali direttamente a destinazione in Italia. Il servizio di spedizioni Poste Italiane con Packlink presenta il vantaggio evidente di non dover portare i regali con voi in aereo, di scegliere le tempistiche di ritiro in base alle nostre esigenze e di una rete capillare di uffici su tutto il territorio nazionale. Quindi se le vostre passeggiate in giro per Barcellona vi porteranno in Passeig de Gracia, celebre per lo shopping, oppure in Mariahilfer Strasse a Vienna, state sereni. Non dovrete rinunciare a nulla.

E in fatto di rinunce nella valigia del maratoneta non possono davvero mancare quegli accessori fondamentali per trascorrere al meglio il vostro tempo. Un iPad ad esempio pieno zeppo dei vostri brani preferiti, oppure un lettore di ebook per il vostro viaggio in aereo. Io metterei anche un bel paio di occhiali da sole e un cappellino, perché non si sa mai.

Gli ultimi consigli

Non dimenticate neppure una giacca antipioggia, di quelle leggere per salvare spazio in valigia. Valutare al meglio le condizioni climatiche in fase di preparazione della valigia è essenziale. Per questa ragione verificate sempre il clima, prima della partenza, su siti di meteo affidabili, che vi forniranno una proiezione accurata, ce lo auguriamo, di quello che vi attenderà. Prepararsi a ogni eventualità non è di certo una cattiva idea, soprattutto nelle mezze stagioni, quando il clima è più imprevedibile. Per questo potrebbe rivelarsi utile portare con voi qualche indumento più pesante: felpe e maglie termiche.

Un’ultima cosa. Per coloro che tendono a fare la valigia all’ultimo momento potrebbe essere utile buttare giù una check-list di tutto quello che vi servirà in vista della maratona. Roba di qualche minuto, ma che non vi farà lasciare indietro nulla di essenziale.

Questa è la valigia del maratoneta. Per l’altra, quella che andrà in stiva e di cui ci preoccupiamo molto meno, dovrete cavarvela da soli. Ma il consiglio è quello, anche in questo caso, di viaggiare leggeri. Sia per non incorrere in salassi in fase di check-in sia perché tutto sommato dedicherete la maggior parte del tempo all’obiettivo del vostro viaggio: la maratona ovviamente.


Posted by