Guida all’acquisto del GPS 2018



Allenamento, sequenza di gare, scelta del coach, tipo di alimentazione, scarpe.

Tra le grandi scelte che ogni podista deve affrontare prima dell’inizio della nuova stagione podistica c’è anche quella del GPS. E la scelta potrebbe essere di correre senza GPS! Anche se come scritto sui social «Bordin non utilizzava i GPS», pensiamo che gli orologi moderni siano uno strumento in più a disposizione dell’arsenale del podista amatore. Ma quale scegliere? Come indicato due anni fa nella guida 2016 alla scelta dei GPS, “oggi il podista amatore si ritrova a fare i conti con tante offerte e dal nostro punto di vista, tanti mal di testa prima di decidere se e come cambiare il GPS. [..] l’attenzione spasmodica della ricerca di nuovo GPS di corsa è diminuita negli ultimi anni”. 

La guida all’acquisto dei migliori GPS di fine 2018

Alla luce del Natale e del Black Friday di Amazon, abbiamo approntato una guida pratica ma analitica che consenta di scegliere, senza farsi influenzare dai messaggi marketing, quale sia il miglior GPS per fascia di prezzo. Riteniamo che una scelta consapevole possa portare a decisioni migliori, magari anche quella di rimandare l’acquisto all’anno prossimo!

Com’è cambiato il mercato negli ultimi due anni? Quali dovrebbero essere i criteri di decisione dell’acquisto? Quali sono le principali offerte degli case produttrici? Quali sono le case produttrici su cui puntare? Come sono evoluti nel tempo i principali orologi GPS? Come scegliere quello più adatto alle nostre esigenze? Quanto spendere per avere una funzione in più? Quali sono le funzionalità che “fanno” la differenza? Quali sono quelli attualmente (novembre 2018) più utilizzati in Italia? E infine, quali sono secondo il nostro modo di vedere le migliori scelte per ogni fascia di prezzo?

Come al solito l’articolo si divide in sezioni, potrete premere sul link per accedere alla parte che vi interessa:

Cosa cercare in un GPS

Partiamo da un assunto di base, che deve essere nella mente di chi acquista, evitando ovviamente di spendere soldi inutili (se non nuotate… non comprate un orologio da triathlon). Per decidere quale GPS acquistare, assumendo che nessun podista abbia fondi illimitati, suggeriamo di pensare all’utilizzo che si debba fare dello strumento

Oggi ci sono GPS per tutti i prezzi, quindi valutare le funzioni a disposizione risulta cruciale nella scelta. Per noi ci sono tre gruppi di funzionalità da considerare prima di scegliere cosa comprare: essenziali, importanti e interessanti. Nella guida all’acquisto del GPS del 2016, le abbiamo descritte in dettaglio, qui ne facciamo solo una sintesi.

Funzioni essenziali.

Nel primo gruppo ciò che conta è:

  • l’accuratezza della distanza misurata e
  • della velocità durante la corsa,
  • oltre alla valutazione della prestazione subito dopo la corsa.
Se “esistesse soltanto l’orologio” e non anche l’ecosistema, queste sarebbero le uniche funzioni da valutare. Fino a qualche anno fa, la misurazione della distanza migliorava con gli orologi più recenti. Ora invece dipende molto dal modello, quindi a priori è difficile dirlo. Lo stesso vale per la precisione della velocità. Si tenga conto che oramai la differenziazione tra le marche è minima, verificate i forum soprattutto se l’orologio è di una marca o modello meno noto.

Infine, la scelta di un GPS piuttosto che un altro è influenzata dalla capacità di visualizzazione dei dati. Da un lato conta capire quanti dati sono contemporaneamente visualizzabili, dall’altro quali siano a disposizione, infine come si riescono fisicamente a vedere. Mai scegliere un orologio che abbia soltanto tre “campi” a disposizione contemporaneamente, né un display troppo piccolo. Scegliete i dati che vi sembrano necessari e verificate se e come si possono visualizzare sull’orologio. Se mancano, ripiegate su un’altra opzione.

Funzioni importanti 

Un grosso punto di domanda degli anni passati era la Durata batteria. Per il podista amatore come il sottoscritto, è una scelta irrilevante: la batteria del GPS più semplice dura almeno 6-7 ore. Se invece correte le ultra maratone, è fondamentale porsi la domanda, soprattutto se “dovete” correre una gara sopra le 8 ore di durata. L’alternativa sarebbe quella di ricaricare il GPS durante la gara, ma se state pensandoci seriamente, forse avreste bisogno di un nuovo GPS. Ultimamente Garmin, Polar e Suunto hanno sviluppato soluzioni che consentono di risparmiare energia, limitando il collegamento ai satelliti, mantenendo in tal modo il GPS acceso per più di un giorno intero. 

Oramai tutte le ultime versioni presentano un lettore ottico dei battiti cardiaci. Sarà importante soprattutto durante il periodo estivo, oppure sul tapis roulant. Le limitazioni del cardio da polso sono state descritte nella recensione dettagliata.

Tra le altre funzioni da non trascurare nella scelta, includiamo:

  1. le sue dimensioni e l’estetica: pensate d’usarlo solo per correre, oppure anche durante la giornata? Solo alcuni orologi sono esteticamente piacevoli!
  2. oltre la grafica: quanti colori visualizzabili? Vi accontentate di un orologio con le scritte in bianco e nero? Personalmente non siamo grandi fan di grosse funzionalità di visualizzazione, anche perché una migliore luminosità andrà a discapito della durata della batteria.
  3. Un altro fattore di scelta è il peso dell’orologio, variabile importante soltanto se si pensa d’indossare il dispositivo durante la giornata. In effetti anche se esiste una variazione tra il peso massimo e minimo dei vari modelli attualmente in commercio, il peso (limitato) non ha nessun impatto sulle prestazioni in gara o in allenamento, quindi la scelta è puramente personale e non tecnica.
Infine, l’integrazione con altri sistemi: ogni produttore dispone non soltanto di hardware, ma anche di software per visualizzare i dati ottenuti. Se pensate di utilizzare l’ecosistema del produttore, allora analizzate la loro piattaforma.  Se siete podisti evoluti, anche la possibilità di pianificare l’allenamento, risulta importante. Stiamo parlando della capacità d’orologio d’informarci durante la corsa se stiamo correndo forte/piano, quando fermarci, se aumentare il ritmo, ecc. 

Funzioni avanzate.

Infine alcune funzioni di nicchia, per esempio:

  1. l’Altimetro barometrico, che misurerà la pressione atmosferica e vi darà l’altitudine. La funzione è decisamente più precisa di quella del GPS, e correndo i montagna vi sarà utile, ad Anversa sicuramente di meno.
  2. Navigazione. Nel caso foste interessati alla corsa in montagna, volendo percorrere dei sentieri, il suggerimento è quello di utilizzare un Iphone!
    Se però l’obiettivo è quello di gareggiare in un trail in montagna, esistono soluzioni a disposizione con strumenti avanzati di navigazione. Ma anche se non state correndo in montagna, due funzioni di navigazione sono davvero utili, “ritorno alla partenza” e “ritorno a un punto prefissato”. Sul blog troverete parecchi dettagli su come utilizzarle
  3. Inoltre sono le cosiddette Dinamiche di corsa. Ne abbiamo parlato diffusamente in diversi articoli, analizzandole empiricamente in dettaglio e studiando alcuni podisti. Sono funzioni interessantissime, ma assolutamente non indispensabili, per le quali però il monitoraggio dati nel lungo termine potrebbe permettervi di capire se state migliorando.
  4. Misurazione della variabilità del battito cardiaco; per ora funzione dedicata solo ad alcuni e probabilmente ancora gestita meglio da app come HRV4training.
  5. Infine, il carico dell’allenamento. Sono state sviluppate per capire come allenarsi.  Una sintesi del carico dell’allenamento è descritta nella nostra guida.
Ovviamente è affascinante avere 1000 funzioni sull’orologio. Ma le domande da porsi sono:
(a) vale la pena spendere oltre cento euro in più rispetto al prezzo medio di un orologio equivalente senza tali funzioni?
E soprattutto: (b) le userete mai? (c) avrete la pazienza ed il tempo per capire come funzionano?

I nostri suggerimenti

Fondamentale la premessa che la nostra guida è indipendente, non abbiamo rapporti di Ambassador con nessuna delle aziende citate qui sotto. Ci e’ capitato di ricevere alcuni di questi prodotti per i test, ma molti dei GPS sono stati acquistati con i nostri soldi. Da podisti amatori, amanti del marketing e della tecnologia, pensiamo di poter offrire al lettore una scelta indipendente e mirata. Negli anni abbiamo utilizzato qualche decina di GPS, letto tutti i manuali ed analizzato le principali caratteristiche dei modelli più interessanti. Come gia’ indicato per le scarpe, anche nei GPS l’ecosistema gioca un ruolo decisivo: se siete abituati a premere stop nelle ripetute in basso a sinistra, troverete difficoltoso abituarvi ad altre scelte. Stesso discorso vale per la visualizzazione dei dati sulle varie App dei produttori. Cambiare richiede un apprendimento importante che vorremmo farvi evitare. Ecco nel seguito i nostri suggerimenti, ma ogni podista e’ diverso, quindi ci rendiamo conto che possiamo offrire spunti di riflessione, nulla più.

Raccomanderemo orologi soltanto di 3 aziende, fortemente dedicate ad aiutare il podista amatore a migliorare. Sono, in ordine alfabetico, non di preferenza: Garmin, Polar, Suunto. A questa lista si aggiunge necessariamente l’Apple Watch solo come alternativa per altre funzioni a 360 gradi. Se due anni fa valutavamo anche Tom Tom come quarto player di mercato, l’azienda olandese ha deciso di non continuare a produrre GPS per la corsa nel futuro. Infine i produttori Fitbit, Xiaomi, Samsung, no.1 GPS, Timex sono stati considerati ma i loro prodotti non hanno soddisfatto i criteri descritti precedentemente.

GPS per podisti, con funzioni base, sotto i 100 euro

La nostra raccomandazione.

Polar M200. Il Polar M200 è stato il primo orologio dal prezzo contenuto ad aver introdotto la rilevazione cardiaca da polso a due LED. Esteticamente rotondo, il cinturino è morbido e confortevole. Il collegamento ai satelliti GPS è molto rapido e in generale funziona in pochi secondi. Anche la frequenza cardiaca da polso è relativamente precisa, ma per gli allenamenti intensi suggeriamo l’utilizzo di una fascia cardio, Polar H10. Essendo un orologio pensato come activity tracker, dispone di funzioni di monitoraggio del sonno. Al prezzo di vendita di un centinaio di euro, siamo rimasti sorpresi che offra anche funzioni avanzate di running. Assolutamente la migliore scelta sul mercato.

Per una recensione dettagliata delle funzioni del Polar M200, vi consigliamo di leggere il nostro link.

Migliore Alternativa

Garmin Forerunner 35. Non ha esattamente le stesse funzioni del Polar M200, ma esteticamente è sicuramente più bello, oltre che leggermente più costoso. E’ progettato per chi intende correre in maniera frequente, ma anche anche per un utilizzo quotidiano, vista l’estetica molto accattivante, la buona durata della batteria e le funzioni di activity tracking. La durata della batteria è superiore a quella di strumenti dello stesso prezzo, posizionandosi sopra le dieci ore in modalità attiva GPS, quindi lo potrete utilizzare per una settimana intera senza ricaricarlo. Purtroppo non dispone di funzioni avanzate molto ricercate dal podista amatore, ma è fornito di alcune delle analisi presenti in prodotti molto più costosi. Nel complesso, riteniamo che le molte funzioni disponibili e la presenza del lettore cardiaco da polso possano renderlo molto competitivo su un mercato sempre più esteso.

Per un dettaglio della recensione dettagliata del Garmin Forerunner 35, rimandiamo al link allegato.

Orologio GPS con funzioni avanzate, sotto i 200 euro

La nostra raccomandazione.

Garmin Forerunner 235. Il 235 è l’orologio ancora più utilizzato nelle gare italiane ed internazionali. Di fatto qualche anno fa sarebbe stato considerato un orologio Premium, ma è venduto ad un prezzo accessibile. Ha tutte le funzioni più utili, il lettore ottico, gli allenamenti strutturati, la stima delle performance e la possibilità di personalizzare i dati. Gli mancano però le dinamiche di corsa e tutte le funzioni di carico dell’allenamento. Quanto siete disposti a spendere per averle? A 180 euro pensiamo che non si possa chiedere di più.

Per un dettaglio della recensione dettagliata del Garmin Forerunner 235, rimandiamo al link allegato.

Migliore alternativa.

Polar M430Allo stesso livello, ma ad un costo leggermente inferiore, mettiamo senza dubbio il “vecchio” (2017) Orologio (2018) della casa Finlandese. Abbiamo definito al lancio nel 2017 il Polar M430 come l’orologio per podisti esigenti. Il Polar M430 è il naturale successore dell’M400, da cui eredita tutte le funzioni, con l’aggiunta della rilevazione cardiaca da polso a sei led. Il cinturino è di un materiale molto morbido e completamente traforato in modo da permettere la traspirazione della pelle. Per il collegamento con i satelliti non ha mai impiegato più di trenta secondi. Riteniamo che l’innovazione principale dell’orologio, ossia la frequenza cardiaca da polso, sia precisa quasi quanto la fascia cardio.

Per un dettaglio della recensione dettagliata del Polar M430, rimandiamo al link allegato.

Orologio GPS con moltissime funzioni, sotto i 300 euro

La nostra raccomandazione. Polar Vantage ME’ il nuovissimo orologio multisport con sensore Polar Precision Prime, che consente la migliore misurazione della frequenza cardiaca da polso. Secondo noi ha un prezzo assolutamente allineato alle funzioni a disposizione, in particolare il Training Load Pro consentirà di gestire al meglio gli allenamenti, il Running Index permetterà di capire l’evoluzione della forma. Altamente personalizzabile, a quel prezzo non troverete una novità equivalente.

Entro fine anno la nostra recensione dettagliata.

Migliore alternativa.

Garmin Forerunner 735. Il Garmin Forerunner 735 era nelle nostre raccomandazioni della guida precedente. La diminuzione di prezzo degli ultimi mesi lo rende davvero una grande alternativa. Nonostante sia un orologio di due anni fa, essendo uscito a Luglio 2016, presenta quasi tutte le funzioni a disposizione del podista amatore e triatleta. Le funzionalità di corsa sono davvero avanzate: dinamiche di corsa, recupero, pianificazione delle sedute dell’allenamento e stima del VO2max. Infine il peso molto ridotto lo rende davvero una scelta per il podista e triatleta esigente. Non lo mettiamo come favorito solamente perché non sarà ulteriormente sviluppato da Garmin.

Entro fine mese la nostra recensione dettagliata.

Orologio GPS con tutte le funzioni

La nostra raccomandazione.

 La nostra raccomandazione a chi non vuole badare a spese è optare per il Forerunner 935 oppure per il Fenix 5. I due orologi sono pensati per tutti gli usi possibili e immaginabili del podista amatore e triatleta. Potranno essere utilizzati quotidianamente, avendo una durata della batteria ulteriormente migliorata e le funzioni di activity tracking presenti ormai comunque anche su modelli GPS base. Le funzionalità di corsa rispetto al Forerunner 735XT sono migliorate: dinamiche di corsa, recupero, pianificazione delle sedute dell’allenamento e stima del VO2max. Ma ne sono state aggiunte parecchie altre, come per esempio il Training Load. Il costante aggiornamento del firmware, almeno per i prossimi due anni, rende l’orologio particolarmente apprezzato da noi podisti amatori, visto che anche il peso dello stesso si è mantenuto limitato a 49 grammi.

Per un dettaglio della recensione dettagliata del Fenix 5 e del Forerunner 935rimandiamo ai links allegati.

Migliore alternativa.

Polar Vantage V. Una possibile alternativa per chi cerca il meglio è il nuovissimo orologio multisport. Con un sensore cardio Precision Prime, Polar ha alzato la barra nella misurazione della frequenza cardiaca. E’ il primo orologio che misura la Potenza della corsa tramite polso e senza accessori. Il Polar Vantage V ha funzioni innovative uniche sul mercato che ne consigliano l’acquisto agli “early adopter”. Manca attualmente la possibilità di Navigazione, che sarà attivata nel 2019.

La recensione dettagliata sarà preparata entro fine mese.

Orologio GPS per ascoltare musica

La nostra raccomandazione. Garmin Forerunner 645 Music.

Per chi cercasse anche di correre con la musica, suggeriamo l’acquisto del Garmin Forerunner 645 Music, che contiene quasi tutte le funzioni del Garmin 935, tranne il collegamento ai sensori e alcune funzioni multisport. Ma la presenza di Garmin Music ed il collegamento a Spotify lo rende una valida alternativa ai tre orologi presentati precedentemente. Si noti che il Garmin Fenix 5 Plus include anche la musica.

Nel link allegato, troverete la recensione dettagliata del Garmin Forerunner 645 e il confronto con il Forerunner 935.

La migliore alternativa. Apple Watch 3.

Orologio con funzioni di Navigazione

La nostra raccomandazione. Suunto 9

Suunto 9 è pensato per la navigazione. Molto utilizzato nei trail, grazie ad una gestione efficiente della batteria. La casa finlandese lo promuove “per allenamenti lunghi e difficili, corse e avventure estreme.” Suunto ha realizzato un dispositivo per gli atleti che cercano poche ma importanti caratteristiche: grande affidabilità, migliore durata della batteria, migliori tracce GPS e altimetro.

La recensione dettagliata sarà preparata durante il mese di dicembre.

La migliore Alternativa.

Garmin Fenix 3. Lanciato nel 2015, resta una delle più valide alternative per Navigare. Modello GPS inizialmente progettato per la corsa trail e per la navigazione, può essere utilizzato anche da chi corre su strada, oppure dai triatleti. La buona durata della batteria, e le molteplici funzioni di activity tracking consentono di utilizzarlo quotidianamente. Per la corsa competitiva, il Fenix 3 dispone di tutte le funzionalità che la casa americana aveva previsto inizialmente per i modelli Forerunner: dinamiche di corsa, funzioni di recupero, pianificazione delle sedute d’allenamento, stima del VO2max. Ci aspettiamo prezzi davvero competitivi durante il Black Friday. Ottima scelta…. ma dipende dal prezzo.

Per una recensione dettagliata del Garmin Fenix 3, rimandiamo al link allegato.

Nota finale: tutti i GPS sono stati testati da uno o più redattori di TherunningPitt.com.
La guida è soltanto una sintesi dei migliori orologi per fascia di prezzo. Alcuni degli orologi suggeriti sono stati offerti dai principali costruttori, ma la maggior parte è stata comprata regolarmente su Amazon.

 


Posted by