Il piacere di allenarsi all’aperto con il trekking

Trekking

TrekkingIl trekking è uno di quegli sport che puoi decidere di praticare in ogni momento seguendo i tuoi ritmi. Uno dei vantaggi è che può essere praticato all’aria aperta. Questo è un plus sia dal punto di vista fisico perché entri in simbiosi con lo spazio circostante e hai la possibilità di variare l’allenamento, sia dal punto di vista psicologico, per la sensazione di libertà e di piacere che si somma alla serotonina che produci durante il movimento fisico.

Il camminare sui terreni variabili, richiede un differente utilizzo dei vari muscoli messi in gioco. Su un tratto pianeggiante si può pensare di accelerare il passo per poter aumentare il lavoro aerobico. Puoi invece lavorare più di resistenza e forza su una salita o comunque su una discesa: chi fa trekking ben sa che entrambe le due situazioni sono impegnative e coinvolgono i muscoli in modo differente a livello d’intensità.

La salita può essere un momento di sforzo e di sviluppo per il fiato, oltre al fatto che se stai praticando trekking con i bastoncini preposti, coinvolgerai un lavoro attivo anche di braccia e mani. In salita sostanzialmente c’è bisogno di un lavoro di coordinamento sia della parte bassa del corpo, che di quella alta, affinché venga mantenuta la giusta postura e l’equilibrio messo alla prova dalla pendenza. In discesa, le parti che avrai sotto maggiore sforzo sono le ginocchia e le caviglie, che attuano l’azione del frenare. In quest’ultima, aumenta anche la concentrazione per valutare un corretto appoggio e minimizzare gli infortuni.

Oltre alla consapevolezza del movimento, nel trekking è importante avere il giusto outfit e gli accessori utili. Per capire quali possano essere tutti i prodotti outdoor e i loro prezzi, basta fare una veloce ricerca online e, in base al tuo livello d’intensità di allenamento potrai scegliere il necessario.

Uno dei vantaggi del trekking è poter unire i benefici dello sport a quelli della scoperta di luoghi di grande bellezza. Nelle mezze stagioni, quando e dove il tempo meteorologico lo permetta, il trekking è perfetto grazie anche a temperature più miti. Nella stagione estiva è sempre meglio avere qualche accortezza per evitare degli scompensi in caso di sforzo nelle ore più calde. In ogni caso è sempre suggeribile studiare anticipatamente il percorso che si farà ed essere realistici sulle proprie capacità, arrivando fin dove ci è possibile e senza mettersi mai in pericolo. Prima di iniziare è sempre meglio verificare di avere con sé dell’acqua, qualche alimento facilmente digeribile e un impermeabile in caso d’improvviso cambiamento metereologico, cosa che avviene di frequente, soprattutto in montagna.

Scegli le giuste scarpe, che sono uno degli elementi fondamentali, e non tralasciare la fase di riscaldamento per non affrontare il percorso con i muscoli freddi.
Solitamente le fasi di riscaldamento e di defaticamento, indispensabili in ogni attività fisica, sono sottovalutate soprattutto da chi il trekking lo pratica a livello amatoriale, è invece giusto dedicargli il tempo necessario e la tua escursione non potrà che essere un successo!