Quindici mesi da ASICSFrontRunner, dodici modelli di scarpe ASICS

ASICS

Oltre un anno da ASICS FrontRunner, ed ecco finalmente l’elenco di TUTTI i modelli di scarpe ricevuti e (quasi tutti) testati a fondo. Li metto in ordine in base al tipo di utilizzo, dal modello più “veloce” a quello più “lento”, anche se sappiamo tutti che un atleta veloce con ai piedi una scarpa da allenamento arriverà sempre prima di un atleta lento ma con ai piedi un modello da gara…
Cliccate sul nome della scarpa per andare sulla pagina dedicata sul sito ufficiale ASICS, con tutti i dettagli tecnici!

ASICS – Modelli Fast Running

GEL-451
Purtroppo non sono ancora riuscito a provarle, essendo arrivate nel periodo “sfortunato” a causa del tendine di Achille. Spero tra qualche settimana di farle esordire in pista, magari iniziando con dei semplici allunghi. Le ho quindi solo tenute ai piedi in giro per casa. Al primo impatto è una scarpa creata esclusivamente per spingere, ideale quindi negli allenamenti intervallati e nelle gare corte (direi dai 10 km in giù). L’utilizzo del BOA System (lo descrivo qui nel dettaglio) per la chiusura al posto dei lacci permette di ottenere una calzata veramente avvolgente, rendendo la scarpa un tutt’uno con il piede. La comodità viene messa giustamente in secondo piano, qui si tratta d’infilare le scarpe e correre più velocemente che si può!

GEL-DS Racer 11
Non sono più in produzione, sostituite dalle nuovissime Tartherzeal 6. Qui la mia recensione. Direi perfette per gli allenamenti veloci e per le gare, personalmente non andrei oltre la mezza maratona, anche perché sopra i 3’30” mi sembrano quasi sprecate.

GEL-DS Trainer 22
Le ho utilizzate alla Firenze Marathon 2017 e alla London Marathon di quasi quattro settimane fa. Sono praticamente delle GEL-DS Racer 11 con un pizzico di ammortizzazione e qualche millimetro (10 invece di 8) di drop in più, entrambi aspetti che vengono in aiuto quando magari l’efficienza di corsa cala, quindi perfette anche nelle gare più lunghe, fino alla maratona. La suola è identica alle Racer, assolutamente fantastica anche sull’asfalto bagnato! Da poco è uscita la versione 23.

Noosa FF (dismesse a 550 km)
Qui la mia recensione. Classico differenziale di 10 mm, intersula in FlyteFoam, GEL nel retropiede, ma avampiede scarico e reattivo. Un altro modello veloce, ma adatto anche a ritmi più “tranquilli”: spingendo meno, l’ammortizzazione si sente maggiormente che nei modelli descritti sopra. Da poco è uscita le versione 2.

RoadHawk FF (due paia ricevute)
Scarpa particolare, la uso spesso negli allenamenti veloci, l’ho usata anche in gara, in una mezza maratona. Drop di 8 mm, ma più ammortizzata dei modelli qui sopra, con una tomaia più morbida che rende la scarpa più comoda e meno (passatemi il termine) “precisa” rispetto ai normali modelli da gara o allenamento veloce. Qui la mia recensione.

DynaFlyte (dismesse a 500 km) e DynaFlyte 2
Il modello jolly: perfetto se viaggiate spesso (o quando andate in vacanza) e dovete portarvi un unico paio per fare tutto, dalle ripetute alle uscite di recupero. Il meglio infatti lo dà secondo me nei lunghi in progressione o con variazioni di ritmo, appunto per la grande versatilità a velocità diverse. La seconda versione (qui la mia recensione) ha corretto quei pochi dettagli che nella prima avevo segnalato come migliorabili.

Dynamis
Anche questo lo definirei un modello “particolare”, non solo per il sistema di allacciatura micrometrica BOA System: la suola risulta rigida e reattiva (drop di 8 mm), mentre la tomaia è molto morbida e il peso leggermente superiore agli altri modelli. Sono una sorta di ibrido tra un modello per spingere (suola) e uno per andare tranquilli (tomaia e peso). Qui la mia recensione.

ASICS – Modelli Road Running

GEL-Nimbus 20
Uno dei modelli più famosi, tra i più usati non solo in casa ASICS, ma in assoluto! Qui la comodità e l’ammortizzazione sono protagonisti. Via libera quindi a lunghi chilometraggi e a ritmi più rilassati, ma nulla vieta di spingere un po’ di più. Certo, non le definirei scarpe_da_ripetute, ma se a fine lunghissimo vi viene voglia di fare un chilometro a tutta, la calzata avvolgente e l’intersula in FlyteFoam vi asseconderanno!

GEL-Cumulus 19
Meno ammortizzata e meno “comoda” della Nimbus 20, con una risposta leggermente più secca e reattiva. Piccole differenze per permettere a ogni podista di trovare il modello che più si sposa alle proprie caratteristiche individuali. Qui la mia recensione.

ASICS – Modelli Trail Running

Recentemente mi hanno mandato le Gecko XT e le Alpine XT.

Sono entrambi modelli leggeri per trail non troppo lunghi. Le prime hanno l’intersula in FlyteFoam e la suola in GeckoTrac, una mescola particolarmente performante sul bagnato, dicono addirittura rivoluzionaria quando si tratta di correre su pietre bagnate.
Le seconde sono meno tecniche, l’azienda le consiglia per trail urbani o per tratti fuori strada non troppo impegnativi. Entrambi i modelli hanno un differenziale di 6 mm.
Le prime le lascerò in montagna a Sappada, le seconde qui in città: saranno perfette per lo sterrato della lunga ciclabile che passa sopra casa mia!

Per gli acquisti

ASICS da uomo sul sito ASICS ufficiale
ASICS da donna sul sito ASICS ufficiale

ASICS da uomo su Running Warehouse
ASICS da donna su Running Warehouse


Posted by