Altra Vanish R, la recensione dettagliata



Conosciamo Altra da parecchi anni. L’azienda Americana, recentemente acquisita nel 2018 da VF Corporation, proprietaria dei Marchi Timberland e Vans, è stata una delle società più innovative nel panorama delle scarpe per noi runner amatori. Finora si era focalizzata su scarpe per correre a lungo, comode e “naturali”, scarpe Zero Drop, per aiutare i podisti amatori a migliorare la postura e a ottenere le stesse prestazioni con uno sforzo inferiore.

Ma a inizio 2018 è uscito un modello per la competizione, le Altra Vanish R, di seguito descriviamo la nostra opinione, frutto di test dettagliati. Essendo una scarpa per le gare,  l’abbiamo testata alla mezza maratona di Caselle Torinese (1h10’25”) e alla maratona di Anversa (2h33’48”, corsa completamente in solitaria).

Altra Vanish R, la nostra opinione

Vanish R domandeEro appena partito per Detroit quando degli amici americani mi hanno suggerito di comprare l’ultimo modello di Altra, le Vanish. Non ho nemmeno fatto in tempo a premere sulla carta di credito, partecipare a qualche meeting in Michigan, che il pacchetto di Runningwarehouse, era già arrivato a destinazione. Non esistendo una vera recensione di questo nuovo modello della casa americana, l’unico modo per capire quanto fossero performanti era provarle in gara.

Quali sono le caratteristiche delle Altra Vanish R rispetto ai modelli della casa americana? Sono davvero così comode e al tempo stesso reattive? A quale tipo di runner si rivolge questo modello? Si riesce a correre velocemente? E a livello di flessibilità? Sono queste le principali domande a cui abbiamo cercato di dare una risposta nella recensione. Come al solito l’articolo si divide in sezioni, potrete premere sul link per accedere alla parte che vi interessa:

Le Altra Vanish R sono state regolarmente comprate su Internet poco prima dell’uscita ufficiale nei negozi e di seguito vi raccontiamo la nostra opinione.

Caratteristiche di base

Le Vanish sono un concetto nuovo per l’azienda californiana, che finora non aveva pensato a sviluppare un modello da gara. Le Vanish sono definite come scarpe da Racing. «La Vanish-R è il nostro primo modello “Racing” con il più alto indice minimalista della gamma. Con un mesh ultraleggera e respirante, un’ammortizzazione morbida e confortevole, la Vanish-R ti accompagnerà sia su strada che su pista. La tecnologia Propel Plate inserita nell’intersuola consentirà di aumentare la forza propulsiva». Così si legge nei pochi documenti di marketing di Altra.

In sintesi, Le Altra Vanish R sono le prime scarpe da gara e in effetti la sigla R significa esattamente RacingLe Vanish sono pensate per correre velocemente, ma l’azienda dello Utah non ha trascurato la tradizionale attenzione alla comodità: le Vanish sono le prime scarpe a zero drop da gara e un grande contatto con il suolo essendo il tallone e l’avampiede a 12 mm dal terreno. Uno degli aspetti di marketing più interessanti è il fatto che Altra per la prima volta ha adottato una scarpa unisex. Non fatevi quindi spaventare dall’etichetta «fit4her», che solitamente viene attaccata a tutte le scarpe femminili e che per qualche strana logica è stata aggiunta anche alle Vanish R.

La costruzione delle Vanish è stata impostata per ridurre al massimo il peso, che è di poco superiore ai 100 g, ovvero 116 g per la versione numero US 9 (42 EU). L’avampiede è assolutamente ampio, secondo RunningWarehouse calza larga. In realtà nei nostri test non sembra che sia molto diversa dagli altri modelli Altra.

Caratteristiche Vanish R

Le Altra Vanish R hanno una forma minimalista e sono a diretto contatto con il terreno, pur avendo una suola morbida

Caratteristiche tecniche

Di seguito le principali caratteristiche tecniche della Altra Vanish R, derivate dal sito RunningWarehouse Europa.

  • Peso: 4.1 oz/116 g (size EU 42.5)
  • Altezze della suola: 12mm (Tallone), 12mm (Punta)
  • come calza (D)
    • calzata: calza larga (personalmente non siamo d’accordo, dipende molto dalla soletta scelta)
    • tallone: stretto
    • mesopiede: basso
    • larghezza spazio dita: largo
    • altezza spazio dita: basso
    • arco plantare: medi

Estetica e forma

La forma delle Vanish non si differenzia esteticamente dagli altri modelli Altra, ma questo modello ha fatto una grandissima cura dimagrante, sia nella tomaia, sia nell’intersuola. Per questa ragione la forma «Footshape» è meno visibile, per esempio rispetto alle nuovissime Altra Duo, in cui l’aspetto massimalista ne accentua la forma. Con un po’ di attenzione, sembra però che le scarpe siano più strette dei modelli precedenti. Per ora esistono quattro colori (bianco/azzurro, giallo/rosa, grigio/rosso e grigio/giallo). Esteticamente, la scarpa ha una bella foggia, curata in tutti i particolari, le piccole strisce sulla conchiglia e la grande V sulla linguetta attirano l’attenzione anche del podista distratto.

Comodità. Il comfort è assicurato sia dalla forma dalla tomaia particolarmente morbida e traspirante sia dal Footshape. L’avampiede e la linguetta sono molto sottili e presentano grandi fori di ventilazione. Nella parte posteriore fino al centro è stato sviluppato un sistema chiamato da Altra A-strap, per consentire di tenere allineata la scarpa senza aumentare la sua rigidità. La conchiglia è molto morbida, è stato aggiunto una piccola imbottitura per migliorare ulteriormente un modello già comodo. Come scarpa da gara, le Vanish sono davvero molto confortevoli, ad eccezione della parte laterale in cui le cuciture dell’A-strap potrebbero creare piccoli arrossamenti al piede, soprattutto per podisti dalla pianta larga. A noi non è successo, ma la cucitura si sente a mano nuda.

Estetica e forma delle Altra Vanish R

Le Altra Vanish R hanno una forma minimalista e sono a diretto contatto con il terreno, pur avendo una suola morbida

Flessibilità. A livello di flessibilità le Vanish risultano completamente malleabili e non si differenziano molto da scarpe minimaliste. Di per sé, per allenamenti intensi e per corse lente è sicuramente un pregio, ma non sono esattamente convinto che questa debba essere una caratteristica di una scarpa da performance. La scelta costruttiva è ovvia, non si voleva mettere a rischio i tendini dei podisti italiani con una intersuola troppo rigida e un drop zero. Per aumentare la rigidità delle scarpe, suggeriamo di aggiungere le solette Ares (presto la recensione sul blog). 

Tutto sommato stiamo parlando di una scarpa esteticamente gradevole, molto comoda, decisamente ampia sul davanti, davvero fasciante e con un’eccellente traspirabilità nella parte anteriore.

Drop, intersuola e Suola

L’intersuola delle Vanish ha un drop zero millimetri, e soprattutto hanno un diretto contatto con il terreno, avendo soltanto 12 mm di suola. La sensazione è ottima: il “contatto con il terreno” le rende uniche.

Solette. Le Altra Vanish hanno due solette, una prima soletta sagomata ed una più sottile e piatta. Ovviamente ne deve essere soltanto inserita una sola nelle scarpe, altrimenti la scarpa sarà troppo alta. Considerate di utilizzare quella più sottile per le gare, mentre quella più spessa per avere un’ammortizzazione supplementare.

Drop Altra Vanish

Le altra Vanish hanno drop zero e l’intersuola morbida, il doppio strato di EVA con Propel Plate assicura velocità

Altra utilizza tecnologie proprietarie nella costruzione della scarpa, che possiamo riassumere nel seguente prospetto:

Thin EVA

La schiuma delle Vanish è fatta di Thin EVA (thin=sottile in inglese), un materiale leggero e ammortizzante. Utilizzare questa tecnologia ha un grande vantaggio di alleggerire la scarpa ma lo svantaggio di una durata ridotta per l’ammortizzazione. Non è un problema per una scarpa da gara, visto che stiamo parlando di utilizzo limitato per 4-5 gare solamente.

Propel Plate

Propel Plate è una placca inserita nell’intersuola con l’intento di migliorare la propulsione nella falcata. Dal nostro punto di vista, decisamente un buon concetto, che però ci sembra meno performante delle tecnologie alternative viste su altre scarpe da gara. Forse è solo la nostra sensazione, però potenzialmente replicabile anche da altre persone.

Quick Dry Air Mesh

E’ la tomaia particolarmente traspirante e soprattutto ad asciugatura rapida, probabilmente la migliore novità della scarpa, visto che offre una comodità eccezionale.

Comportamento nella corsa

Siamo abituati a correre con scarpe da gara. Confrontando con altri modelli, le sensazioni delle Vanish sono state davvero positive.

Innanzitutto la leggerezza davvero superiore rispetto alla competizione. Ma la scarpa è risultata anche molto più comoda ed ammortizzata. Vediamo come si sono comportate in allenamento e in gara.

Comportamento in corsa

Le Altra Vanish R sono adatte per gare brevi ma anche per allenamenti intensi inferiori all’ora

Corsa veloce e gara. Difficile esprimere un giudizio generalizzabile a tutti. Con le Vanish R si corre molto velocemente. Ma secondo noi altri modelli sono più reattivi. Come scritto nella parte tecnologica, le Vanish hanno una piastra per «offrire il massimo trasferimento di energia per la massima propulsione», le scarpe risultano molto flessibili, quindi l’effetto molla si perde rapidamente. Detto ciò, la leggerezza e la contemporanea comodità le rendono adatte per correre velocemente. Le abbiamo usate per la prima volta in una mezza lenta, a giudicare dal sorriso eravamo contenti della performance.

https://www.instagram.com/p/BgJD2svDzGV

Lunghi. Il nostro punto di vista è che la scarpa dia il meglio sotto l’ora di corsa, non le consigliamo assolutamente per le gare lunghe. Nonostante siano molto confortevoli, il modo di correre tende a cambiare con la stanchezza della corsa, ed una protezione così limitata, potrebbe creare problemi fisici: uomo (o donna) avvisato, mezzo salvato. Noi però le abbiamo provate durante una maratona e la nostra opinione è che nella parte finale della gara abbiamo sofferto le caratteristiche di questo modello.

Corsa in condizioni sfavorevoli. Le Vanish sono pensate soltanto per correre in strada, oltre magari in pista, decisamente non sullo sterrato. Alla mezza di Caselle, corsa in parte su sterrato e sotto la pioggia, l’impressione è che grazie alla leggerezza e alla mia corsa abbastanza efficiente, non ho avuto problemi di aderenza. Ovviamente non ho effettuato test molto precisi, ma la sensazione è che non si perda molto facilmente contatto con il terreno, almeno finché la suola non si usuri. Si veda comunque la parte durata.

A chi sono adatte

Le Altra Vanish non sono per tutti, ma contrariamente a quanto si possa immaginare, sono state pensate per un maggior numero di podisti. Dal nostro punto di vista sono adatte soprattutto a podisti/podiste leggere (<65kg), efficienti, per chi ama allenarsi intensamente ma al tempo stesso avere un comfort superiore alla media. Anche se sono scarpe per tutti i ritmi, rendono al meglio negli allenamenti intensi.

Durata

Come abbiamo sempre scritto, la durata di un paio di scarpe da corsa dipende fortemente da molti fattori, dal modo di correre e anche dai gusti personali del podista. Sulle scarpe da gara siamo scettici che possano essere utilizzate più di 4 o 5 volte. Inoltre l’utilizzo del Thin EVA riduce la performance dopo qualche centinaio di chilometri. Sorprendentemente la tomaia è destinata a durare per più tempo dell’intersuola anche se non possiamo escludere una rottura nella parte laterale o sulla punta. Il nostro suggerimento è che la scarpa possa essere utilizzata per almeno 100-150 km in gara e almeno 300/400 km. Dopo tale distanza, le scarpe potranno essere utilizzate soltanto per uscite lente o «minimaliste.»

Altra Vanish, valutazione delle scarpe

La valutazione delle Altra Vanish R è molto positiva, ma tutto dipende da cosa vi state aspettando

Prezzi e approfondimenti

In conclusione le Altra Vanish R sono una scarpa consigliabile soprattutto a chi pensa di allenarsi velocemente, mantenendo una postura efficiente, legata alla costruzione a “zero drop”. Al tempo stesso risulta un modello leggero e reattivo. Il suo comfort consente l’utilizzo anche da chi vuole adottare una corsa minimalista e vuole correre in estrema comodità e a contatto con il terreno.

Secondo noi l’unico vero svantaggio è la durata, nonostante la qualità dei materiali. Non siamo rimasti impressionati dalla tecnologia Propel Plate, ma la tomaia estremamente sottile, la conchiglia molto morbida, l’intersuola leggera  rende le Vanish le scarpe da gara più confortevoli sul mercato: sono davvero scarpe fascianti che vi daranno la sensazione di correre quasi a piedi nudi… a tutte le velocità.

Per chi fosse interessato all’acquisto, alleghiamo i principali link per acquisti o approfondimenti, oltre ad una foto dell’arrivo della mezza maratona di Caselle di Marzo 2018:

https://www.instagram.com/p/BgQcUTPDvid


Posted by