“Moonlight Half Marathon 2015”, una bellissima manifestazione!

Moonlight Half Marathon 2015

Moonlight Half Marathon 2015Chapeau agli organizzatori!
Come anticipato qui, tanti amici mi avevano parlato benissimo delle edizioni degli anni scorsi, e dopo aver provato sabato, non posso che confermarlo! Quattromila iscritti alla mezza maratona, duemila (tra competitivi e non competitivi) alla 10 km, tutto perfetto dal ritiro pettorale al trasporto alla partenza (entrambe le gare partivano da Cavallino Treporti per arrivare nella centralissima piazza Mazzini a Jesolo Lido), con la situazione climatica che è andata per fortuna leggermente migliorando (intorno all’ora di pranzo pioveva e faceva parecchio freddo).

Bel percorso scorrevole (un unico cavalcavia) che segue parte della ciclabile per poi entrare a Jesolo con gli ultimi 2,5 km perfettamente rettilinei fino all’arrivo.

Quest’anno ho partecipato alla 10 km, il prossimo magari punterò alla mezza maratona…

La gara

Dal punto di vista agonistico, posso ritenermi abbastanza soddisfatto. Il primo chilometro l’ho corso in gruppo, ma già dal secondo km (lap rilevato manualmente in 6’34”, 3’17” al km) quelli davanti accelerano, quindi inizio a perdere terreno, posizionandomi in settima posizione. Il leggero vento contrario dà un po’ fastidio, ma la temperatura è ideale per correre.
Al 4° km (lap 6’53”, 3’26” al km) il gruppetto davanti inizia a sfaldarsi e piano piano vedo avvicinarsi sia il sesto che il quinto atleta. Li passo entrambi intorno al 6° km (lap 6’58”, 3’29” al km) e da qui inizio una leggera progressione. Il quarto atleta lo vedo più vicino, l’obiettivo è quello di cercare di raggiungerlo prima del traguardo.
Bellissimi i due chilometri e mezzo finali, corsi nel vialone centrale su un bellissimo asfalto nuovo, con tantissimo tifo.

Moonlight Half Marathon 2015Prendo il lap manuale al cartello dell’8° km (6’40”, 3’20” al km), chiudo il 9° km  in 3’24”, sparo tutto nel finale chiudendo con sorpresa l’ultimo lap in 3’29”: scoprirò successivamente dal sito TDS che il percorso era di 10,2 km (ecco spiegati i due ultimi lap più lenti, nonostante la progressione finale).

Concludo i 10,2 km come 5° assoluto e 1° di categoria SM35 in 33’58”, a 3’19” al km e 177 bpm medi (picco a 190 bpm), una bella differenza rispetto alle ultime gare (mai sopra 171 bpm medi, qui, qui, qui e qui), probabilmente dovuta anche al fatto che si correva di sera: teoricamente il cuore risponde meglio agli stimoli nel pomeriggio, piuttosto che al mattino…

Qui la classifica completa, qui il GPS.

Prossimi obiettivi

Ora un’altra settimana tranquilla e poi domenica prossima due gare: la gara “seria” è un 5.000 m in pista, mentre mezz’ora dopo ci sarà il goliardico “Beer Mile” (qui il regolamento ufficiale). Mercoledì mattina andrò in pista per l’ultimo test, sarà un “Coca Zero Mile” o qualcosa di simile, l’importante è che sia una bevanda gasata: l’alcol mentre si corre NON è un problema (qui la mia partecipazione dell’anno scorso alla “Corsa della birra in Romagna”, lì erano 10 giri da 800 m con un bicchiere di birra ogni giro), ma lo diventa poco dopo l’arrivo…

Altra One2

Seconda gara con le “Altra One2″ ai piedi, che anche a ritmi più veloci (3’19” al km sabato contro 3’29” al km della mezza maratona, qui) si comportano benissimo. Confermo soprattutto quanto scritto qui: una differenza incredibile nel post-gara, piedi perfetti!


Posted by