Progetto Katutura, non buttare le tue scarpe da corsa!

Scarpe Vecchie

Scarpe VecchieMi segnalano questo progetto, lo condivido molto volentieri…

AAA CERCASI SCARPE USATE: BROOKS SOSTIENE IL PROGETTO KATUTURA

Al via la seconda edizione del Katutura Project, l’attività benefica per raccogliere scarpe per gli abitanti della baraccopoli alle porte di Windhoek, in Namibia. L’olimpionico del triathlon Alessandro Fabian testimonial d’eccezione.

Milano, 23 marzo 2015. Portare un sorriso dove ce n’è più bisogno. Parte oggi la Katutura Week, realizzata in collaborazione con Brooks, azienda leader nel settore del running, e con la Federazione Italiana Triathlon. L’iniziativa mira a coinvolgere tutti gli appassionati di running, per unire al piacere della corsa l’impegno verso chi ha più bisogno. Come? Raccogliendo le scarpe da corsa, che spesso si cambiano dopo due o tre mesi di utilizzo, per regalarle agli abitanti di Katutura, nel cuore della Namibia.

Del resto chi corre lo sa benissimo: dopo 500 o 600 km, le scarpe da running possono anche risultare “scariche”, non più così reattive o super-ammortizzate, ma di fatto sono ben lontane dal potersi considerare da buttare. Oggi in Italia gli appassionati della corsa, tra coloro che fanno jogging alla domenica e quelli che invece corrono anche tutti i giorni, sono ben 6 milioni, e il Katutura Project consentirà a tutti loro di dare una mano a chi, ancora oggi, non può permettersi nemmeno un paio di scarpe. Ma non solo scarpe da corsa. Saranno benvenute anche e soprattutto le scarpe da bambino.

Volto dell’iniziativa, come nell’edizione precedente, è Alessandro Fabian, triatleta olimpico italiano del team Brooks, che proprio nei pressi di questo villaggio passa diversi mesi ogni anno per la sua preparazione atletica. La Katutura Week comincia il 23 marzo, e finisce il 29. Per partecipare all’iniziativa sarà sufficiente portare le scarpe che si desidera donare presso uno dei punti vendita aderenti, in 4 città diverse: Milano-Monza, Roma, Taranto e Zanè, vicino a Vicenza.

Nato da una idea di Sergio Contin, allenatore di Alessandro Fabian, le scarpe raccolte saranno infatti portate a Katutura, un quartiere periferico di Windhoek, capitale della Namibia. “L’idea del Katutura Project ci è venuta nel corso dei soggiorni in Namibia, dove da diversi anni vado in ritiro con la Federazione Italiana Triathlon per gli allenamenti in altura”, racconta Sergio Contin. “Ho iniziato a raccogliere capi d’abbigliamento, giocattoli e accessori dei miei figli e a portarli in Africa a chi, forse, poteva davvero averne bisogno. In quel contesto mi son reso conto che quanti più soggetti avrei potuto coinvolgere in quest’attività tanto meglio avremmo potuto fare a quelle persone”.

“Siamo molto felici di aver supportato il progetto Katutura fin dai suoi primi passi, e di poter unire la sana passione per la corsa a un’iniziativa in grado di aiutare diverse centinaia di persone dall’altro capo del mondo”, afferma Marco Rocca, direttore Marketing di Brooks Italia.

L’area di Katutura è sorta verso la fine degli anni ’50, per raccogliere tutti gli abitanti di colore della città di Windhoek. Si tratta di una zona estremamente povera, dove scarseggiano tutti i beni di prima necessità. L’appuntamento per tutti i runner che vorranno contribuire all’iniziativa è da lunedì 23 marzo 2015 a domenica 29 marzo 2015 presso i seguenti punti vendita:

– AFFARI&SPORT: Via Federico Confalonieri, 103, 20058 Villasanta Monza
– PIANETA SPORT: Viale Guglielmo Marconi, 170, 74016 Massafra Taranto
– FOOTWORKS: Viale Carlo Felice 13/15 Roma
– PURO SPORT: Via Prà Bordoni, 14, 36010 Zané Vicenza

Tutti i dettagli su www.brooksrunning.it e www.sergiocontin.com


Posted by