Palestra… per runners!

Webfit

WebfitDa un mesetto sto andando in palestra, due volte alla settimana. Troppo invitante l’offerta (199,90 euro per 12 mesi) di questa primavera per promuovere l’apertura ad agosto della seconda sede qui a Trieste della catena Webfit.
Ci vado il lunedì (giorno di riposo dalla corsa) per la seduta più lunga, circa 50′ dedicati principalmente a esercizi di core stability e gambe, e il mercoledì (al mattino faccio sempre le ripetute) per altri esercizi di core stability, in massimo 40′.
Da tempo alcuni esercizi li facevo già a casa (vedi qui), ma farli in palestra è un’altra cosa, anche solo per il fatto che lì si può sudare liberamente, senza rischiare il divorzio! Anche tenere in casa una FitBall con una bimba di tre anni e mezzo… NON è assolutamente una buona idea!!!

Con l’aiuto del mio compagno di squadra Fabio, laureato in scienze motorie (tra l’altro è anche il responsabile di una delle due sedi!), abbiamo creato una scheda con tutta una serie di esercizi, prendendo spunto da vari video che mostrano in azione “quelli dell’Oregon Project”, il gruppo di lavoro allenato da Alberto Salazar (Galen Rupp e Mo Farah, solo per citare i due atleti più famosi), sponsorizzato e gestito direttamente da Nike.

La filosofia alla base è molto semplice: si cerca di allenare e rinforzare ogni parte del corpo coinvolta nel gesto della corsa, sfruttando spesso situazioni di scarso equilibrio, appunto per costringere il fisico a utilizzare più muscoli contemporaneamente, sempre ricordandogli il movimento corretto (ginocchio che sale assieme al braccio opposto). Quindi elastici, FitBall e Bosu (una sorta di mezza FitBall da usare sia dal lato rotondo che dal lato piatto), il tutto sempre a corpo libero o al massimo con un bilanciere non troppo pesante.

Gli esercizi sono principalmente questi, recuperati da due video: il primo è su YouTube (qui) e mostra nel dettaglio otto esercizi a corpo libero. Il secondo è sul sito Flotrack (qui), ed è stato registrato durante una seduta in palestra di Galen Rupp, comprende alcuni esercizi dell’altro video, ma ce ne sono anche degli altri.

Questi sono quelli che faccio io…

Lunedì:

– “Superman” su FitBall (minuto 01:15 video Flotrack);
– Addominali con FitBall (minuto 01:45 video Flotrack);
– Runner Touch (video 2 YouTube);
– Affondo e torsione con palla medica su Bosu lato piatto (minuto 00:10 video Flotrack);
– Piegamenti sulle braccia su Bosu lato piatto;
– Schiena a terra, un tallone su Fitball, l’altra gamba in alto, richiamo del tallone dietro con sollevamento “a candela” (minuto 01:30 video Flotrack);
– Squat con bilanciere sulle spalle ed elevazione ginocchio al petto (minuto 03:00 video Flotrack);
– Runner Pulls (video 8 YouTube);
– Affondo ed elevazione ginocchio al petto con bilanciere sopra la testa (minuto 02:45 video Flotrack);
– Camminata con affondo e ginocchio al petto, con manubrio in mano (minuto 02:15 video Flotrack).

Mercoledì:

– “Superman” su FitBall (minuto 01:15 video Flotrack);
– Addominali con FitBall (minuto 01:45 video Flotrack);
– Side Plank Knee to Chest (video 3 YouTube);
– Mani a terra, richiamo ginocchia al petto con torsione e piedi su Fitball, prima insieme e poi alternate (minuto 01:20 e 01:37 video Flotrack);
– Mountain Climbers (video 6 YouTube);
– Hot Salsa (video 1 YouTube);
– Runner Touch (video 2 YouTube);
– Piegamenti sulle braccia su Bosu lato piatto.

Troppo presto per dare un giudizio oggettivo. Sicuramente sento di far lavorare dei muscoli poco utilizzati (le prime volte, i DOMS del giorno dopo parlavano da soli!). Il bello è che sono bastati un paio di allenamenti per acquisire maggiore sicurezza e riuscire a svolgere i vari esercizi in modo più completo ed efficace (le prime volte non sono per niente semplici!).

Tra qualche mese tirerò le somme: vedremo se saranno serviti per correre meglio o semplicemente per mettere in maggiore evidenza gli addominali… in entrambi i casi, male non avranno fatto!


Posted by