Bryton Cardio 40 GPS Sports Watch

Bryton Cardio 40 GPS Sports Watch

Bryton Cardio 40 GPS Sports WatchMi è arrivato la scorsa settimana con l’invito a provarlo e a farci una recensione. Ammetto che non conoscevo la marca, mai sentita prima d’ora (le mie conoscenze si fermavano a Garmin, Nike, Polar, Suunto, Timex e pochi altri).
Le caratteristiche (qui il sito ufficiale in lingua italiana) dichiarate sono di tutto rispetto: GPS, fascia cardio con collegamento ANT+, massima possibilità di personalizzazione delle schermate, addirittura il sensore di falcata integrato. Tutti aspetti che sulla carta lo pongono alla pari se non sopra ai top di gamma dei vari concorrenti.

Nella confezione c’è l’orologio, la fascia cardio (morbida), il cavo di collegamento per il computer e i vari manuali.

Esteticamente è molto leggero e sottile, nettamente diverso dagli altri GPS, spesso più simili a dei veri e propri computer da polso. Lo si scambia facilmente per un normalissimo orologio digitale. I tasti sono cinque, due per ogni lato e uno centrale. I menù servono a personalizzare ogni aspetto. Le schermate visualizzabili durante le sessioni di corsa sono 6, ognuna suddivisibile in 4, per un totale di 24 informazioni disponibili da tenere sotto controllo mentre si corre!

Una volta concluso l’allenamento, i dati si possono scaricare sul computer in vari formati per poi esportarli nel software online BrytonSport per essere successivamente analizzati. L’ho testato in un paio di allenamenti, quindi provo a tirare subito le somme semplicemente evidenziandone pregi e difetti…

PREGI
– formato e peso: leggero e sottile, diverso da qualsiasi altro GPS da polso visto fino a oggi;
– durata batteria: due settimane in modalità orologio, otto ore in modalità allenamento;
– menù: tantissime informazioni disponibili, schermate completamente personalizzabili;
– precisione GPS: piccolissime differenze con il Nike+ Sportwatch GPS (li ho utilizzati in contemporanea), che a sua volta si era rivelato più preciso del mio Garmin Forerunner 310XT (vedi qui il confronto);
– dati: esportabili liberamente in tutti i formati;
– software online: tantissime informazioni visualizzabili, possibilità di creare allenamenti, obiettivi ecc.

DIFETTI
– cinturino: la plastica sembra molto delicata, chissà col sudore dopo mesi di utilizzo;
– volume degli avvisi: in corsa si sentono appena;
– software online veramente completo ma poco user friendly.


Posted by